14/08/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

LUIGI FERRARA (GIULIETTA ALA ROMEO) CONCEDE IL BIS NEL PRIMO ROUND DEL TCR ITALY

 

Imola. Partito ottavo per l'inversione in griglia della Top-8 di gara 1, il barese completa con la vittoria una rimonta guadagnata in una bagarre incandescente. Alle spalle dell'Alfa Romeo by Romeo Ferraris, Enrico Bettera è ottimo secondo sull'Audi di Pit Lane davanti al compagno di squadra Andrea Larini sulla Cupra TCR. Bis anche tra le DSG per il suo compagno di squadra Giovanni Altoè (Audi), settimo assoluto.

LA CRONACA

La pioggia caduta nei minuti che hanno preceduto gara 2 costringe a due giri dietro la Safety Car, ma al via libera è subito spettacolo con il poleman Altoè davanti a Schmarl, Nicoli e Larini vicinissimi. L’austriaco di Target Competition rompe subito gli indugi e passa al comando davanti a Nicoli che deve però rientrare ai box per drive through a causa di un suo sorpasso in regime di Safety Car.

Altoè è così virtualmente secondo precedendo Larini, Rodrigues, Greco, salito sulla Cupra guidata in gara 1 da Tavano, Ferrara, Bettera, Savoia, Gagliano e Mugelli che completa la Top-10. Ferrara è il più scatenato e risale nel gruppo, mentre si innesca il duello tra Schmarl e Larini che riesce nel sorpasso al sesto giro. È comunque grande spettacolo in pista con una bagarre tutta sportello contro sportello. Rodrigues riesce a portarsi alle spalle del battistrada davanti a Ferrara, Bettera, Schmarl, Altoè, Savoia, Greco, Gagliano e Mugelli.

Ancora una volta è però il pilota di V-Action il più scatenato e riesce ad avere la meglio sul portoghese, che va in acrobazia alla Villeneuve e scivola sesto. Ferrara, Larini e Bettera vanno a comporre un trio di testa in sicurezza, ma alle loro spalle Greco precede un gruppo ai ferri corti con Rodrigues, Baldan, Altoè, Schmarl, Gagliano, Volpato e Kralev incollati. Non finiscono le emozioni perché nel frattempo Bettera firma un sorpasso da manuale alla Tamburello per il secondo posto su Larini andato in crisi di freni. Alle loro spalle Schmarl si allarga nelle vie di fuga, come poco dopo anche Kralev dopo un duello con Gagliano che poi scivola sul fondo.

Baldan riesce a portarsi al quinto posto, ma le scintille continuano accesissime fino alla bandiera rossa che viene esposta con un giro di anticipo per il contatto tra Kralev e Volpato in lotta per la nona posizione alle spalle di Mugelli. La vittoria è così di Ferrara, davanti a Bettera, Larini, Greco, Baldan, Rodrigues ed Altoè, settimo assoluto ed ancora primo tra le DSG. Costretti a fermare le loro vetture incidentate, Volpato e Kralev vanno comunque a completare la Top-10 per la classifica al giro precedente.(Rob.Cast.)

TCR ITALY : IL CALENDARIO 2018

29 aprile         Imola  

13 maggio        Paul Ricard

17 giugno        Misano

15 luglio         Mugello        

29 luglio         Imola  

16 settembre Vallelunga      

7 ottobre         Monza