18/07/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

WITTMANN (BMW) VINCE MA E’ SQUALIFICATO, ALLORA POKER AUDI E VINCE ROCKENFELLER

 

Zandvoort. Un coriaceo Marco Wittmann ha completato il successo BMW sulle dune del tortuoso circuito di Zandvoort, una pista di 4'307 metri caratterizzata da saliscendi spettacolari, da curve da "pelo autentico", ma dal difficile sorpasso. Il campione in carica ha così conquistato il suo primo successo della stagione, allungando la lista dei vincitori e riproponendosi candidato al titolo, dopo aver resistito agli attacchi sferrati per oltre 10 giri da Mike Rockenfeller (che ha ripreso a frenare col piede sinistro), che hanno tenuto col fiato sospeso i circa 38'000 spettatori presenti.

In qualifica, BMW (10 kg più leggera di tutti) ha conquistato le prime tre posizioni, con Timo Glock squalificato per aver ostacolato Edo Mortara nel suo tentativo finale: su Glock apriamo una parentesi, sottolineando le sue continue e, spesso, impunite scorrettezze, che non aumentano certo la simpatia del pubblico nei suoi confronti e non dimentica i fatti di Interlagos 2008.

Allo start Maxime Martin stalla e vanifica un altro pezzo di vantaggio BMW, mentre il Pole sitter Augusto Farfus alla Tarzan si fa infilare da Wittmann, cosa che non riesce a Green che perde subito due posizioni prima di intraversarsi proprio dietro a Farfus, lasciando il terzo posto a Rockenfeller, poi secondo quando il brasiliano ha compiuto il suo Pit stop, subito all'inizio come tanti, ma non Wittmann che ha continuato imponendo il suo ritmo, fermandosi al 12° giro, mentre Rocky lo ha imitato in quello successivo.

Il portacolori del Team Phoenix (costantemente seguito dal "tutor" Laurent Fedacou) ha progressivamente ridotto il gap di circa 3" con la collaborazione di Loic Duval (che ha ormai "ingranato" con la difficile technicality delle vetture DTM), ultimo a fermarsi al 26° giro.

Sembrava che Rocky potesse imporsi ma la caparbia difesa del campione 2016 non gli ha consentito di mettere a frutto i 12 DRS che gli rimanevano e ha chiuso così sul secondo gradino del podio (a meno di 1 secondo), con Duval che ha conquistato il podio e i primi punti in un sol colpo, oltre a segnare il giro più veloce.

Mattias Ekström è giunto quarto con molta fatica (a causa di una errata pressione del secondo treno di pneumatici), protetto "alla grande" da Nico Müller che ha eretto una solida barriera per contrastare (sul filo del regolamento) i continui attacchi di Gary Paffett: l'inglese della Mercedes (sesto dopo aver rimontato perché partito dal fondo della griglia) non era particolarmente veloce, ma "Ekky perdeva circa 2" solo nel primo tratto.... e alla fine ha sintetizzato il teatrino Audi con la sola parola "ridiculous".

Dopo lo stallo iniziale il belga Martin ha chiuso al settimo posto sfruttando il favorevole BOP della sua M4 DTM, davanti ad un incolore Timo Glock, ottavo, ad Augusto Farfus (chi l'ha visto dopo il Pit stop al 1° giro?), nono e Jamie Green che accumula un punticino prezioso dopo aver agguantato il 10° posto.

Poca fortuna per il leader del Campionato Renè Rast che si è dovuto ritirare per rottura della sospensione posteriore destra dopo un incolpevole contatto al tornante della curva 4 con Maro Engel (punito da una foratura....), mentre lottavano con Maxime Martin.

Ancora una volta "sfuggito ai radar" Edoardo Mortara (14°, a rischio di depressione) e  Lucas Auer, 15° dopo una foratura, peggio di Robert Wickens, 15° e Paul di Resta, ritirato: tutti su Mercedes C-Coupè.......

In Campionato lo svedese Mattias Ekström si è ripreso la leadership con 125 punti, davanti a Marco Wittmann che con il bottino di 43 punti conquistati nel weekend ha "scalato" la classifica dal settimo al secondo posto a quota 118, davanti a Rast fermo a 114, Rockenfeller a 103 e Glock a 102: tutti possibili campioni.

Il doppio appuntamento del Nürburgring in calendario il 9 e 10 settembre scioglierà la matassa che, si può scommettere, consacrerà il Campione 2017 soltanto a Hockenheim. (Guido M. Pedone)

Ordine di arrivo - Gara 2

1 - Marco Wittmann (BMW M4) - RMG - 37 giri in 56'32"597

2 - Mike Rockenfeller (Audi RS5) - Phoenix - 0"807

3 - Loic Duval (Audi RS5) - Phoenix - 17"388

4 - Mattias Ekström (Audi RS5) - Abt - 58"880

5 - Nico Müller (Audi RS5) - Abt - 59"427

6 - Gary Paffett (Mercedes C63) - HWA - 59"655

7 - Maxime Martin (BMW M4) - RBM - 1'00"197

8 - Timo Glock (BMW M4) - RMR - 1'00"735

9 - Augusto Farfus (BMW M4) - RMG - 1'00"876

10 - Bruno Spengler (Mercedes C63) - HWA - 1'02"816

11 - Jamie Green (Audi RS5) - Rosberg - 1'03"212

12 - Maro Engel (Mercedes C63) - HWA - 1 giro

13 - Edoardo Mortara (Mercedes C63) - HWA - 1 giro

14 - Tom Blomqvist (BMW M4) - RMR - 1 giro

15 - Lucas Auer (Mercedes C63) - HWA - 1 giro


Il campionato dopo 12 di 18 gare

1.Ekström 125 punti; 2.Wittmann 118; 3.Rast 114; 4.Rockenfeller 103; 5.Glock 102; 6.Martin 100; 7.Auer 99; 8.Green 98; 9.Paffett 73; 10.Spengler 61

 

SQUALIFICATO WITTMANN PER MANCANZA BENZINA IN VERIFICA - VINCE ROCKENFELLER, POKER AUDI

ORDINE DI ARRIVO - GARA 2 - POST VERIFICHE

1.         Mike Rockenfeller      Phoenix          Audi                 56m33.404s   

2.         Loic Duval                  Phoenix          Audi                 +16.581s        

3.         Mattias Ekström         Abt                  Audi                 +58.073s        

4.         Nico Müller                Abt                   Audi                +58.620s  

5.         Gary Paffett               HWA                Mercedes       +58.848s        

6.         Maxime Martin           RBM                BMW               +59.390s        

7.         Timo Glock                RMR                 BMW               +59.928s 

8.         Augusto Farfus          RMG                 BMW              +1m00.069s  

9.         Jamie Green  Rosberg                        Audi                +1m02.405s  

10.       Bruno Spengler          RBM                BMW               +1m12.009s  

11.       Maro Engel                 HWA                Mercedes       +1m30.127s  

12.       Edoardo Mortara        HWA                Mercedes       + 1m30.761s     

13.  Tom Blomqvist                RMR                BMW               +1m31.278s  

14.       Lucas Auer               HWA                Mercedes                   +1 Lap

15.       Robert Wickens         HWA               Mercedes       +4 Laps          

Il Campionato dopo 12 di 18 gare:

1          Mattias Ekström         128     

2          Rene Rast      114     

3          Mike Rockenfeller      110     

4          Timo Glock     104     

5          Maxime Martin           102     

6          Lucas Auer     99       

7          Jamie Green  99       

8          Marco Wittmann        93       

9          Gary Paffett   75       

10        Bruno Spengler          62       

11        Paul Di Resta 59       

12        Robert Wickens         58       

13        Nico Müller     49       

14        Edoardo Mortara        41       

15        Maro Engel     29       

16        Augusto Farfus           23       

17        Tom Blomqvist           21       

18        Loic Duval      18