18/07/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

PORSCHE CARRERA CUP: ROVERA IMPLACABILE CONCEDE IL BIS AL PAUL RICARD

Le Castellet. Una gara 2 ricca di sorpassi ha salutato la conclusione del secondo round della Carrera Cup Italia 2018. Bissando il successo ottenuto sabato in gara 1, al termine di numerosi duelli Alessio Rovera si è imposto anche in gara 2, rinsaldando la leadership in classifica generale anche grazie al punto aggiuntivo del giro più veloce. Il campione in carica e portacolori di Tsunami RT – Centro Porsche Padova ha dominato il fine settimana disputato sul circuito francese del Paul Ricard fin dalle prove libere e sul secondo podio del monomarca tricolore di Porsche Italia ha preceduto due giovanissimi dello Scholarship Programme come Diego Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) e il compagno di squadra Tommaso Mosca nella perfetta riproposizione del podio che aveva caratterizzato gara 2 anche a Imola.

Rovera scattava sesto in griglia di partenza, mentre per effetto della griglia invertita, in pole position si era accomodato Luca Segù, con al fianco in prima fila Daniele Cazzaniga. Entrambi i piloti di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano, però, non hanno vissuto un facile avvio. Segù è rimasto fermo in partenza e dalle retrovie è stato poi comunque protagonista di una rimonta che lo ha portato fino al quarto posto finale, miglior risultato del 18enne rookie comasco in Carrera Cup Italia.

Cazzaniga è stato invece toccato durante il duello tra Simone Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) e Gianmarco Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia; costretto in quel frangente al ritiro), finendo in testacoda e dovendo anche lui rimontare (concluderà settimo).

Bertonelli, autore di una poderosa partenza che lo aveva portato subito al comando, ha resistito a lungo agli attacchi di Rovera, che nel frattempo era risalito infilando Iaquinta. Il 22enne varesino ha avuto pazienza ad attendere il momento buono, arrivato dopo metà gara, quando Rovera ha preso definitivamente la testa della corsa. Dietro ai due si era nel frattempo issato al terzo posto Mosca, completando il podio e riscattando la brutta partenza di gara 1. Dietro ai tre e a Segù hanno concluso rispettivamente quinto e sesto Enrico Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) e Giovanni Berton (SVC / AB Racing – Centri Porsche di Roma), al miglior risultato stagionale.

Fuori dalla zona punti (11esimo), invece, dopo una penalizzazione post-gara di 25 secondi, termina Iaquinta. L'ottavo posto finale ha consentito a Riccardo Cazzaniga, fratello minore di Daniele, di bissare il successo colto pure in gara 1 nella categoria Silver Cup, riservata alle 911 GT3 Cup modello 991 gen. I.

Nono assoluto ha concluso Luca Pastorelli. Il gentleman driver emiliano di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena ha così colto il suo primo successo 2018 in Michelin Cup, davanti ad Alex De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova), Marco Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania), che stavolta hanno completato il podio della categoria dopo il contatto che aveva condizionato la loro gara 1, e Bashar Mardini, il canadese di GDL Racing che resta comunque in vetta alla classifica.

Il prossimo round, il terzo della serie 2018, è in programma a Monza dall'1 al 3 giugno.

Alessio Rovera (vincitore gara 2): “E' stato un weekend da sogno ed era difficile immaginarlo. Oggi è stata una gara tiratissima. All'inizio erano tutti agitati nel cercare il comando, io sono rimasto calmo e alla fine ce l'ho fatta. Sono contentissimo ma i complimenti vanno pure a tutta la squadra di Tsunami Racing Team, che ha lavorato benissimo durante l'intero weekend”.(Marc Canone)

La classifica di gara 2 (domenica)

1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 15 giri in 32'13”224

2. Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 2”038

3. Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 2”694

4. Segù (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 3”916

5. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 7”943

6. Berton (SVC / AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 8”056

7. Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 9”837

8. Riccardo Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport) a 23”681

9. Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro PorscheModena) a 26”380

10. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 27”032

11. Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 28”569

12. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 29”182

13. Mardini (GDL Racing) a 40”295

14. Reggiani (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 44”528

15. Claudio Giudice (Guest Car) a 49”287

16. Stefanelli (Shade Motorsport) a 50”448

17.Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) a 51”022

18. Palazzo (Ghinzani Arco Motorsport) a 1'10”124; 19. Di Leo (Ghinzani Arco Motorsport) a 1'32”936.

Le classifiche

Assoluta:

1. Rovera p.66; 2. Mosca 44; 3.Bertonelli 40; 4. Fulgenzi 30; 5. Cazzaniga D. 27.

Michelin Cup:

1. Mardini p.30; 2. Mercatali e De Giacomi 22; 4. Cassarà 21 ; 5. Pastorelli 18.

Silver Cup:

1. De Lorenzi p.18; 2. Lorenzini 14; 3. Palazzo 12; 4. Cazzaniga R. 10 ; 5. Giudice 8.

Team:

1. Tsunami RT p.72; 2. Dinamic Motorsport 42; 3. Ghinzani Arco Motorsport 39; 4. Ombra Racing 19; 5. Gdl Racing 11.