26/05/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
 

WSK SUPER MASTER SERIES: VINCONO JANKER, IRLANDO , SMAL E STENSHORNE

 

Adria . In condizioni meteo ben differenti dalle scorse giornate, che hanno portato all’Adria Karting Raceway sole e più tiepide temperature, si è conclusa oggi in bellezza la prima tappa della WSK Super Master Series. Quanto espresso nelle manche della vigilia è stato puntualmente modificato dai risultati odierni, che nella seconda tappa di stagione, tra un mese a Lonato (BS), saranno nuovamente messi in gioco.

Janker batte tutti in OK

L’esito delle manche di qualifica aveva visto emergere lo spagnolo David Vidales (Tony Kart-Vortex-Bridgestone), ma in una combattuta Finale è stato il tedesco Hannes Janker (KR-Parilla) ad avere la meglio. Vidales, in testa nella prima parte di gara, era già stato insidiato dal friulano Lorenzo Travisanutto (KR-Paeilla), passato a condurre per alcuni giri. Ma la riscossa di Janker (nella foto in alto, in cima al podio OK) ha portato il tedesco in testa fino al termine, senza lasciare replica a Travisanutto. Terzo posto per il danese Nicklas Nielsen (Tony Kart-Vortex), confermatosi competitivo.

Irlando scatta al via e vince in KZ2

In crescita di prestazioni nel corso del weekend, il pugliese Alex Irlando ha guadagnato inizialmente il secondo posto in Prefinale, dietro il francese Adrien Renaudin (entrambi su Sodi Kart-TM-Bridgestone). In Finale, il pilota di Locorotondo (BA) ha poi avuto lo scatto migliore, avviandosi in testa per  andare a vincere la gara. Renaudin, alle sue spalle, ha perso anche il secondo posto, superato dal bresciano Leonardo Lorandi (Tony Kart-Vortex). Il francrese ha però risposto bene al connazionale Anthony Abbasse (Sodi-TM), tornando terzo dopo essere stato scavalcato nei primi giri.

Smal vince la sfida in OK Junior

Partiti entrambi dalla prima fila, il russo Kirill Smal (Tony Kart-Vortex-Vega) e il palermitano Gabriele Minì (Parolin-Parilla) si sono sfidati fino alla bandiera a scacchi. Minì, che aveva comandato nella seconda metà della Finale, si è visto scavalcare all’ultimo giro da Smal, che ha vinto la gara. Giornata positiva anche per l’estone Paul Aron (FA Kart-Vortex), terzo dopo aver rimontato dal 7. posto.

Stenshorne detta legge in 60 Mini

In difficoltà al termine delle manche di qualifica, il norvegese Martinius Stenshorne (Parolin-TM-Vega) ha recuperato vincendo in Prefinale. Scattato in Finale dalla pole position, lo scandinavo ha vinto la gara senza essere avvicinato dal polacco Tymoteusz Kucharczyk e dal veneto Brando Badoer (entrambi su Parolin-TM), in quest’ordine sul podio dopo aver lottato tra loro scambiandosi la posizione. (Francesco Candido)