18/07/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

LA SESTA VOLTA DI HAMILTON E’ UN CAPOLAVORO, VETTEL RESTA A 44 MILLESIMI

Silverstone. Ed è la pole numero 76, la sesta a Silverstone, per Lewis Hamilton, forse la sua pole più bella   perché conquistata davanti al suo pubblico che lo ha salutato con una standing ovation che, in passato, forse aveva riservato al solo Nigel Mansell, pilota Ferrari, al termine di una qualifica altrettanto palpitante in cui l’avversario era Ayrton Senna che proprio all’ultimo decimo utile gli aveva strappato la pole.

Più o meno è quello che è avvenuto oggi e ancora un pilota Ferrari si è visto strappare la pole. Già al box della “rossa” si pregustava il sapore del miglior tempo ma Hamilton ha rovinato la festa   compiendo un giro alla “ va o la spacca” e ha bloccato le lancette del cronometro a 44 millesimi in meno del tempo fatto segnare da Vettel.

In seconda fila i due “scudieri” Raikkonen, che ha sula coscienza un errore madornale quando stava per portare a termine un giro record e Bottas stranamente non protagonista e con il morale sotto terra per lo stop in Austria. Poi la coppia Red Bull e le due Haas che oramai sono nel novero delle migliori anche in qualifica.

Sul circuito di Silverstone Ferrari e Mercedes sono state in pratica alla pari sul giro secco. Sarà la stessa cosa anche in gara visto che i due leader partono in prima fila? A decidere la gara ancora una volta saranno i pneumatici e le eventuali strategie soprattutto se continuerà il caldo dei giorni passati.

Altrettanto interessante sarà il ruolo di protagonisti che potranno avere i due piloti Red Bull oramai ben abituati a non concedere nulla sin dal via sempre che il pacchetto della power train della Renault li sostenga . Il Costruttore francese sembra in grossa difficoltà viste le prestazioni dei vari Hulkenberg, Alonso, Vandoorne e soprattutto Carlos Sainz.

Hanno detto:

Lewis Hamilton: “Ho dato tutto, è stata davvero dura oggi battere le Ferrari. Sono grato al pubblico per il sostegno, senza non sarei stato in grado, dove ho fatto la differenza? Non lo so, forse in curva 13. I piloti Ferrari hanno tirato fuori qualcosa di speciale e sono sembrati fortissimi, è stato difficile come non mai, questo è un circuito molto tecnico e ho dovuto dare tutto. La pressione era enorme, ma sono davvero grato al team. La Ferrari ha recuperato molto ma siamo nella miglior posizione possibile”.

Seb Vettel: “Rimpianto per la pole? Stamattina non pensavo di potercela fare, non ero nemmeno sicuro di poter fare le qualifiche... Ma siamo molto vicini.Ero contento dell’ultimo giro ma ho perso troppo tempo nel rettilineo forse mi è mancata un po’ di scia ma sono felice del secondo posto, abbiamo buone opportunità domenica. Credo che abbiamo un buon passo per la gara e la macchina può essere ancora più veloce. Ovviamente molto dipenderà dall’usura delle gomme ma abbiamo lavorato bene nelle prove e ho le idee chiare sul da farsi”.

Kimi Raikkonen : “Soddisfatto? Non proprio credo che oggi avevo tutti gli strumenti per andare ancora più veloce ma ho fatto un bloccaggio alla curva 16 e lì ho perso il tempo che mi ha impedito di essere in pole. La macchina va bene e dovrebbe andare bene anche in gara. Fa molto caldo e domani sarà importante soprattutto la gestione delle gomme. Ma possono succedere tante cose e il nostro obiettivo è puntare al massimo”. (John Sturm)

LA GRIGLIA DI PARTENZA:
1.Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'25"892 - Q3
2.Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'25"936 - Q3
3.Kimi Raikkonen (Ferrari) - 1'25"990 - Q3
4.Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'26"217 - Q3
5.Max Verstappen (Red Bull-Renault) - 1'26"602 - Q3
6.Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) - 1'27"099 - Q3
7.Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'27"244 - Q3
8.Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 1'27"455 - Q3
9.Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) - 1'27"879 - Q3
10.Esteban Ocon (Force India-Mercedes) - 1'28"194 - Q3
11.Nico Hulkenberg (Renault) - 1'27"901 - Q2
12.Sergio Perez (Force India-Mercedes) - 1'27"928 - Q2
13.Fernando Alonso (McLaren-Renault) - 1'28"139 - Q2
14.Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) - 1'28"343 - Q2
15.Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) - 1'28"391 - Q2
16.Carlos Sainz (Renault) - 1'28"456 - Q1
17.Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) - 1'29"096 - Q1
18.Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) - 1'29"252 - Q1
19.Lance Stroll (Williams-Mercedes) – n.t.- Q1
20 Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) – n.t.- Q1