22/08/2017
Direttore: Franco Liistro
 

IL MILAN RALLY SHOW PORTA ALLA RIBALTA ALESSANDRO PERICO

Rho. Sotto l'Albero della Vita, illuminato per l'occasione, sul Cardo e sul Decumano di Parco Experience è andato in scena l'ultimo atto sportivo e spettacolare della giornata. In una serata molto calda, trentasei equipaggi, tanti campioni del rallismo nazionale a bordo di auto storiche e "moderne", si sono inizialmente sfidati nelle qualificazioni "uno contro uno", in due tornate secche, per poi confrontarsi nelle semifinali e finali.

Negli scontri diretti valeva il miglior tempo nel complessivo dei due giri ed a emergere sono stati Pedersoli, Perico, Longhi, Re e Cavallini che sono arrivati a giocarsi tutto nei confronti finali.

Superlativa è stata la prova di Alessandro Perico, affiancato dal navigatore Mauro Turati e autore di una progressione che ha dell'incredibile, che l'ha portato a vincere il Master Show Tendercapital. "Quando sono arrivato in semifinale con Pedersoli ho capito di potermela giocare. In quell'occasione sono andato forte e sono anche stato fortunato, quando non ho subito danni nello sfiorare una balla di paglia, spiace invece per il rallentamento di "Pede". In finale con Longhi ho dato tutto me stesso ed anche di più. E' stato bellissimo vincere il Master Show che mi ripaga del non esserci riuscito nel Rally. Ma con una vettura R5 nel rally non potevo farcela, questa sera invece è stato diverso. Il Master Show è stata l'apoteosi della nostra gran gara".

Sorride lo stesso, l'esausto Piero Longhi. Il novarese, in coppia con Gianmaria Santini, è arrivato secondo nella doppia sfida finale, anche se ad un certo punto è sembrato che ce la facesse a rimontare. "A questi livelli devi essere perfetto in tutto, abbiamo faticato a trovare il giusto assetto e solo per la finale eravamo quasi a posto, ma non in modo sufficiente per tener testa allo scatenato Perico. Ho avuto dei problemi nelle partenze, ma sarebbe stata difficile superare Alessandro ... E' andato fortissimo"

Terzo Felice Re su Ford Fiesta WRC, insieme a Bariani Mara e velocissimo all'inizio degli scontri, precedendo il bresciano Luca Pedersoli. Sorridente, sempre, quasi ad esorcizzare l'amarezza del non aver potuto lottare per la finale. Merita infatti una nota a parte il "Pede" rallentato oltremisura da una balla di paglia finita in traiettoria, nel corso della semifinale con Perico "Ho dovuto praticamente fermarmi, non so se avrei vinto, sicuramente ero competitivo per giocarmela. Va bene così, lo stesso. E' stato un gran finale di una grande evento, ottima idea Milano Rally Show".

Protagonisti del Master Show Tendercapital, sono stati anche Miele, Tortone, Paccagnella e Cavallini con un problema alla trasmissione della Citroen DS3 WRC.(Enzo Branda)