22/08/2017
Direttore: Franco Liistro
 

LUCAS DI GRASSI (ABT AUDI) SALE SUL TRONO DELLA FORMULA E

Montreal. La festa finale è tutta per Lucas Di Grassi che ha vinto il titolo mondiale di Formula E.  Il brasiliano dell'Abt Audi ha completato la rimonta proprio nell’ultima gara  del mondiale di Formula E. Con il pieno di punti  di sabato (prima la pole poi la  vittoria) aveva già ipotecato il titolo  spodestando  Sebastien Buemi (Renault e.dams) che ha vissuto  un weekend da dimenticare.

L'elvetico protagonista per gran parte della stagione ha pagato  l'assenza alle due gare di New York per il concomitante impegno nel mondiale endurance al Nurburgring e un fine settimana da dimenticare in Canada completato anche da una squalifica  dal momento che , al termine di gara1,la sua monoposto era stata trovata sottopeso.  Jean-Eric Vergne (Techeetah) per la prima volta è salito sul gradino più alto del podio nell'ultima gara dell'anno davanti a Rosenqvist e l'iridato del Wtcc Lopez. Titolo costruttori alla Renault e.dams.

In gara 2 Lucas Di Grassi, quinto in qualifica, ha dovuto solo amministrare il vantaggio di 18 punti  sul suo inseguitore che  scattava in quattordicesima posizione. Rosenqvist (Mahindra) è partito bene dalla pole mentre Vergne (Techeetah) strappava  la seconda posizione a Bird (DS Virgin). Di Grassi ha perduto  subito due posizioni. Nel caos di vetture della prima curva Felix da Costa ha centrato  Sebstien Buemi danneggiando una sospensione e gara compromessa per l'elvetico costretto a rientrare ai box. Intanto  Heidfeld (Mahindra) passava Bird ed era terzo mentre Lopez (DS Virgin) risaliva  sino alla quarta posizione alle spalle di Bird tornato terzo.

A 6 giri dalla fine passa a condurre Vergne davanti a Rosenqvist mentre Lopez passa Bird per il terzo gradino del podio. Le posizioni non cambiano sino alla bandiera a scacchi. Di Grassi è  solo settimo ma gli basta per essere incoronato Re della Formula E, Buemi chiude all’undicesimo, una magra consolazione dopo una stagione condotta sempre al vertice. (Bernard Poulin)

ORDINE DI ARRIVO GARA 2 E CLASSIFICA FINALE:

1 - Jean-Eric Vergne (Renault Z.E. 16) – Techeetah – 37 giri
2 - Felix Rosenqvist (Mahindra M3Electro) – Mahindra – 0.896 
3 - José Maria Lopez (DS Virgin DSV-02) - DS Virgin – 4’’468
4 - Sam Bird (DS Virgin DSV-02) - DS Virgin – 7’’114
5 - Nick Heidfeld (Mahindra M3Electro) – Mahindra – 21’’933
6 - Daniel Abt (ABT Schaeffler FE02) - Abt Audi – 24’’444
7 - Lucas Di Grassi (ABT Schaeffler FE02) - Abt Audi – 24’’855
8 - Stephane Sarrazin (Renault Z.E. 16) – Techeetah – 26’’038
9 - Jerome D'Ambrosio (Penske 701-EV) – Dragon – 28’’282
10 - Tom Dillman (Venturi VM200-FE-02) – Venturi – 28’’591
11 - Sébastien Buemi (Renault Z.E. 16) - Renault e.dams – 35’’170
12 - Mitch Evans (Jaguar I-Type 1) – Jaguar – 36’’548
13 - Robin Frijns (Andretti ATEC-02) – Andretti – 36’’826
14 - Adam Carroll (Jaguar I-Type 1) – Jaguar – 36’’972
15 – Antonio Felix da Costa (Andretti ATEC-02) – Andretti – 39’’720
16 – Nelson Piquet Jr (NextEV TCR Formula 002) – NextEV – 46’’751
17 – Oliver Turvey (NextEV TCR Formula 002) – NextEV – 49’’116
18 – Maro Engel (Venturi VM200-FE-02) – Venturi – 1’33’’530

Classifica finale  campionato
1. Di Grassi 181; 2. Buemi 157; 3. Rosenqvist 127; 4. Bird 122; 5. Vergne 117; 6. Prost 93; 7. Heidfeld 88; 8. Abt 67; 9. Lopez 65; 10. Sarrazin 36.