22/06/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

PRIMA I SOLI NOTI…..HONDA E AUDI POI LA PRIMA VOLTA DELLA PEUGEOT 308

 

Zandvoort. L’appuntamento in terra olandese   del WTCR passerà alla storia non tanto per la vittoria di una Honda Civic e di una VW Golf quanto per il primo successo assoluto della Peugeot 308. Una bella e interessante iniezione di immagine per la berlina francese che sta riscuotendo un notevole successo su tutti i mercati europei.

Yann Ehrlacher ha trionfato in Gara 1 della WTCR Race dove è successo di tutto. Il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha condotto perfettamente la sua Honda Civic Type R TCR precedendo Aurélien Comte (DG Sport Compétition, Peugeot 308 TCR) in una gara interrotta per due volte dalla Safety Car.

Ehrlacher è balzato prima posizione superando il poleman Rob Huff alla curva 1, seguito da Comte che ha rapidamente rimontato posizioni partendo dal settimo posto in griglia.Alla curva 3 “Hugenholtz” c’è poi stato l’incidente fra Norbert Michelisz ed Yvan Muller, con le due Hyundai i30 N TCR venute a contatto che hanno spedito il pilota della YMR sulle barriere.

La gara è ripartita al giro 4 con Ehrlacher al comando davanti a Comte, Huff, Gordon Shedden (Audi) e alla Honda di Benjamin Lessennes (Boutsen Ginion Racing) che ha però dovuto scontare un drive-through per partenza anticipata chiudendo 19° alla fine.

I primi quattro hanno continuato nelle stesse posizioni, con Ehrlacher a guadagnare su Comte, che nel frattempo di è difeso da Huff e Shedden, mentre Jean-Karl Vernay ha rimontato sul gruppetto.La safety car è dovuta tornare in pista al giro 11 per l’incidente che ha visto coinvolti Fabrizio Giovanardi (Team Mulsanne, Alfa Romeo Giulietta TCR) e la Cupra della Zengő Motorsport di Zsolt Zsabó. Il pilota italiano è finito contro il muro alla “Hugenholtz”.

La gara è ripresa con due tornate da percorrere e Comte si è avvicinato moltissimo ad Ehrlacher, che però ha mantenuto la vetta andando a vincere.Completa il podio Huff nonostante il pressing di Shedden, che al giro 10 aveva provato l’attacco alla Volkswagen Golf GTI TCR dell’inglese alla “Tarzan” arrivando però lungo.

La seconda gara del WTCR a Zandvoort ha rivisto i due protagonisti di gara 1 ma a ruoli invertiti con Yann Ehrlacher secondo dietro ad Aurelien Comte che ha regalato alla Peugeot la prima vittoria nella serie.

Comte, vincitore del TCR Europa del 2017, ha preso il comando alla partenza passando James Thompson (Honda) che ha cercato inutilmente di ripassarlo ed anzi ha dovuto cedere il secondo posto a Yann Ehrlacher (Honda) già vincitore di gara 1. Pepe Oriola con la Cupra eMehdi Bennani con la VW Polo hanno completato la top 5.

Solo 13esimo posto per Gianni Morbidelli con la prima delle Giuliette mentre Fabrizio Giovanardi è stato costretto al ritiro dopo una collisione con Aurelien Panis al quinto giro. Ma oramai lo scarso rendimento della coppia dei due “vecchietti” della Romeo Ferraris è cosa nota e arcinota. Delusione anche per il terzo “vecchietto” ovvero Tarquini che ha chiuso al 19esimo posto ma almeno lui è spesso protagonista.

La terza e ultima gara dell’appuntamento di Zandvoort è stata la più “lineare” con Jean-Karl Vernay (Audi) che, partito dalla pole, ha mantenuto ha mantenuto la posizione fino al traguardo conquistando la sua seconda vittoria nella stagione.

Secondo posto per Rob Huff (Volkswagen) con anche il pilota del Sébastien Loeb Racing che non ha avuto problemi a mantenere la sua posizione precedendo Frédéric Vervisch (Audi), che si è aggiudicato il terzo gradino del podio nella gara di casa.A Yann Ehrlacher (Honda) è stato sufficiente il sesto posto di gara 3 per passare in testa alla classifica generale davanti allo zio Yvan Muller, Rob Huff , Jean Karl Vernay e Gabriele Tarquini, quinto a 28 punti dal leader.(Thomas Engle)

ORDINE DI ARRIVO GARA 3:

1.Jean-Karl Vernay (Audi) - WRT - 15 giri
2. Rob Huff (VW Golf) - Loeb - 1"199
3. Frederic Vervisch (Audi) - Comtoyou - 3"065
4. Esteban Guerrieri (Honda) - Munnich - 4"405
5. Gordon Shedden (Audi) - WRT - 5"019
6. Yann Ehrlacher (Honda Civic) - Munnich - 6"869
7. Aurelien Comte (Peugeot) - DG Sport - 7"804
8. Mehdi Bennani (VW Golf) - Loeb - 12"298
9. James Thompson (Honda) - Munnich - 14"241
10. Pepe Oriola (Seat Cupra) - Campos - 18"718
11. Nathanael Berthon (Audi) - Comtoyou - 18"932
12. Denis Dupont (Audi) - Comtoyou - 19"524
13. Aurelien Panis (Audi) - Comtoyou - 20"541
14. John Filippi (Seat Cupra) - Campos - 21"957
15. Thed Bjork (Hyundai) - YMR - 26"197
16. Mat'o Homola (Peugeot) - DG Sport - 28"075
17. Norbert Nagy (Seat Cupra) - Zengo - 28"455
18. Gabriele Tarquini (Hyundai) - BRC - 29"001
19.
Bernhard Van Oranje (Audi) - Koeten - 31"277
20. Michael Verhagen (Audi) - Koeten - 1'03"689
21. Gianni Morbidelli (Alfa Romeo) - Mulsanne - 1 giro.

Classifica campionato
1.Ehrlacher 144; 2.Muller 137; 3.Huff 125; 4.Tarquini 118; 5.Vernay 116; 6.Bjork 112; 7.Guerrieri 105; 8.Michelisz 102; 9.Oriola, Bennani 63.

ORDINE DI ARRIVO DI GARA 2:

1 .Aurelien Comte (Peugeot) - DG Sport - 14 giri
2 .Yann Ehrlacher (Honda Civic) - Munnich - 4"757
3 .James Thompson (Honda) - Munnich - 5"255
4 .Pepe Oriola (Seat Cupra) - Campos - 6"657
5 .Mehdi Bennani (VW Golf) - Loeb - 7"120
6 .Gordon Shedden (Audi) - WRT - 7"458
7 .Esteban Guerrieri (Honda) - Munnich - 8"086
8 .Rob Huff (VW Golf) - Loeb - 9"198
9 .Frederic Vervisch (Audi) - Comtoyou - 9"567
10. John Filippi (Seat Cupra) - Campos - 9"988
11. Denis Dupont (Audi) - Comtoyou - 10"557
12. Benjamin Lessennes (Honda) - Boutsen Ginion - 10"887
13. Gianni Morbidelli (Alfa Romeo) - Mulsanne - 11"561
14. Tom Coronel (Honda) - Boutsen Ginion - 12"855
15. Nathanael Berthon (Audi) - Comtoyou - 13"656
16. Thed Bjork (Hyundai) - YMR - 13"729
17. Zsolt Szabo (Seat Cupra) - Zengo - 13"798
18. Mat'o Homola (Peugeot) - DG Sport - 16"508
19. Gabriele Tarquini (Hyundai) - BRC - 16"961
20. Norbert Nagy (Seat Cupra) - Zengo - 17"493
21. Bernhard Van Oranje (Audi) - Koeten - 19"996
22. Michael Verhagen (Audi) - Koeten - 23"897
23. Norbert Michelisz (Hyundai) - BRC - 25"146

ORDINE DI ARRIVO GARA 1:

1.Yann Ehrlacher (Honda Civic) - Munnich - 14 giri
2. Aurelien Comte (Peugeot) - DG Sport - 1"217
3.
Rob Huff (VW Golf) - Loeb - 1"566
4. Gordon Shedden (Audi) - WRT - 1"879
5. Jean-Karl Vernay (Audi) - WRT - 2"440
6. Esteban Guerrieri (Honda) - Munnich - 5"280
7. Tom Coronel (Honda) - Boutsen Ginion - 5"816
8. Mehdi Bennani (VW Golf) - Loeb - 6"665
9. Nathanael Berthon (Audi) - Comtoyou - 7"044
10. Aurelien Panis (Audi) - Comtoyou - 8"120
11. Denis Dupont (Audi) - Comtoyou - 8"586
12. James Thompson (Honda) - Munnich - 8"896
13. Gianni Morbidelli (Alfa Romeo) - Mulsanne - 9"383
14. Thed Bjork (Hyundai) - YMR - 9"918
15. John Filippi (Seat Cupra) - Campos - 10"371
16. Zsolt Szabo (Seat Cupra) - Zengo - 11"022
17. Norbert Nagy (Seat Cupra) - Zengo - 12"440
18. Mat'o Homola (Peugeot) - DG Sport - 13"216
19. Benjamin Lessennes (Honda) - Boutsen Ginion - 13"424
20. Michael Verhagen (Audi) - Koeten - 15"384
21. Bernhard Van Oranje (Audi) - Koeten - 16"364