18/07/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

A FABRIZIO MARGAROLI (SKODA FABIA) IL RALLY VALLI OSSOLANE

 

Malesco. Trionfo degli ossolani Fabrizio Margaroli e Andrea Dresti su Skoda Fabia R5 – Rally & Co. al 54° Rally delle Valli Ossolane che si aggiudicano il Trofeo Paolo Corsi. “E’ una grossa soddisfazione vincere questa gara sempre difficile e devi lottare fino alla fine – commenta raggiante Frabrizio Margaroli all’arrivo - Ho fatto un piccolo errore sulla prima prova, poi l’errore lo ha fatto Caffoni. Le corse sono così! Un ringraziamento ad Alex Perico che mi ha messo a disposizione una macchina perfetta. Sono contento del secondo posto di mio fratello Massimo, è una festa di famiglia ”.

E’ stato un rally dove i colpi di scena si sono susseguiti e i favoriti Davide Caffoni e Mauro Grossi su Ford Fiesta già tre volte vincitori del rally, già in testa dopo le prove di sabato, a causa di due partenze anticipate, sono stati retrocessi in classifica con penalità di 1’ 10”. “Forse la tensione o un attimo di distrazione, qualche volta può succedere! - ammette Caffoni che termina al quarto posto dando comunque battaglia fino alla fine - Sono contento per Fabrizio è un amico e se lo merita!”

Splendido secondo posto strappato a Laurini per 1” 9 sull’ultima prova da Massimo Margaroli con Mario Cerutti che completano la festa della famiglia Margaroli. E’ comunque un terzo posto importante quello del domese Marco Laurini con Clarissa Chiacchella su Ford Fiesta al termine di un lungo e stressante duello.

Interrompe il monopolio ossolano i biellesi Jordan Corinaldesi- AlbertoVeronese quinti su Peugeot 207 seguiti dai verbanesi Davide Patritti – Christian DeMonti (Ford Fiesta). Buona gara deI borgomanerese Simone Fornara navigato dall’esperto Silvio Gria settimi su Skoda Fabia davanti agli ossolani Stefano Serini e Max Miglini su Mitsubishi Lancer primi di classe N4. Completano la top ten i vigezzini Erminio Barbieri e Luca Broglia (Skoda Fabia) davanti ad Alberto Bajardi e Simone Albertuzzi (Renault Clio S1600) primi della contesa lotta tra le Super 1600.

Sia alla partenza che all’arrivo, a fare gli onori di casa il sindaco di Malesco Enrico Barbazza: “Anche quest’anno ospitare il rally a Malesco è una grossa soddisfazione!" ha detto il primo cittadino – E’ una manifestazione sportiva importante di richiamo turistico utile per la Valle Vigezzo e tutta l’Ossola. Grazie a tutti coloro che si sono impegnati ed uno in particolare a Erminio Barbieri che per l’impegno si è meritato di partire per primo. Onore a tutti ii concorrenti, ma permettetemi i complimenti e la grossa soddisfazione di vedere vincitori l’equipaggio vigezzino Margaroli Dresti.”

La gara organizzata dalla P.S.A di Paolo Fortunati, col patrocinio della Unione Montana della Valle Vigezzo, valida per il Campionato Regionale Piemonte e Valle d’Aosta ha goduto di un week end soleggiato che ha favorito la presenza di numerosi spettatori. Un percorso decurtato di alcuni tratti di prove speciali alcuni, e l’annullamento della prova di Crodo per decisione della Direzione Gara a tutela della sicurezza, per pubblico numeroso e pochi commissari. Una gara che è stata avvincente fino al traguardo dove 4 delle sette prove sono state vinte da Caffoni che ha mai mollato e 3 da Fabrizio Margaroli.

La gara era iniziata sabato sera con una vibrante doppietta di Caffoni-Grossi che hanno messo il sigillo sulle prime due prove e sarebbero andati a letto sereni, se non fosse stato loro attribuita una penalità di 10” per partenza anticipata e retrocesso al terzo posto (ammessa dallo stesso concorrente).

Saliva al primo posto Fabrizio Margaroli che aveva pagato 3” 7 per un errore sull’inversione di Trontano. Lasciava la compagnia Andrea Giudici navigato per l’occasione da Italo Morellini in sostituzione di Anna Fatichi, indisposta per contusioni toraciche riportate il giorno prima in seguito ad un urto testanto la Ford Fiesta su un tratto chiuso al traffico. Giudici, come annunciato, ha voluto onorare almeno la prima tappa ed era quarto, ma il giorno dopo ha voluto rimanere accanto alla consorte navigatrice.

Domenica mattina Fabrizio “leader” parte all’attacco e fa sue le prove di Arano e Passo Pantani (ridotta di quasi 2 km. per un piccolo cedimento del manto stradale all’inizio) e inizia la fuga. Nel pomeriggio è Caffoni a sferrare l’ultimo attacco aggiudicandosi Montecrestese e Passo Pantani, mentre Margaroli fa sua Aurano penultima.

Lotte serrate nelle varie classi così concluse: Super 1600 a Bajardi - Albertuzzi, A7 ai fratelli Alex e Christian Borghini, K10 a Dinetti-Zeffiretti, A6 Vernero-Porta, A5 a Candidi - Metaldi, A0 ad Amodei-Foti, N4 Serini-Miglini, N3 Rognoni - Bossi, N2 Levati - Ferrari, N1 Daccò - Pandiani, R3C Pelgantini-Malandra, R3T Pelfini – Tedesco, R2B Barbieri - Tirone, RS 1,6 Lavarini – Giorgetti, RSTW 1,6 Scagliotti – Farinella, RSTB 1,6 Plus Calini – Cuaz.

Gara soleggiata con temperature tipicamente che ha deliziato il numeroso pubblico delle bellezze dell’Ossola, ma ha messo a dura prova i concorrenti giunti al traguardo soddisfatti ma molto provati. Alta la selezione della difficile gara con 66 equipaggi all’arrivo dei 92 partiti. Tra i ritirati di rilievo nel finale: Bestetti (semiasse), Onnis (freni) e Ramoni (picchiato).  

Il Trofeo “Paolo Corsi” è andato ai vincitori assoluti Fabrizio Margaroli e Andrea Dresti.

Il Trofeo, “Adolfo Macrì”, al miglior navigatore ossolano è stato assegnato Mauro Grossi navigatore di Davide Caffoni vincitori della speciale di Trontano.

Il Trofeo “Ciao Fabri”, giovane appassionato e navigatore vigezzino, è stato assegnato a Margaroli – Dresti quali 1° pilota e 1° navigatore vigezzini classificati.

Trofeo “Massimo Bergna”, assegnato all'equipaggio che ha realizzato la miglior somma dei tempi sui due passaggi in Cannobina è stato vinto da Davide Caffoni. A consegnare il premio è stato il giovane Gabriel Di Pietro amico della famiglia Bergna, vincitore dell’Italia Rally Talent 2018.

Premio speciale di VCO Rally al vincitore della classe più numerosa “iscrizione al prossimo “Vallino” vinto da Paolo Barbieri su Peugeot. (E.Guglielmetti)