17/07/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

PER LA SESTA VOLTA ANDREUCCI FIRMA L’ALBO D’ORO DEL RALLY DI SANREMO

Sanremo. Paolo Andreucci, Anna Andreussi e la Peugeot 208 T16 si aggiudicano il 65°Rallye Sanremo, gara organizzata dall’Automobile Club del Ponente Ligure. Ancora una volta il pilota toscano e la navigatrice friulana chiudono il Sanremo da protagonisti assoluti. Dopo i 10 scudetti, infatti, il pilota di Peugeot Italia non sembra perdere la voglia di vittoria neanche a Sanremo primeggiando per la sesta volta – la quarta consecutiva - sulle difficili prove del Sanremo.

Dietro Andreucci nella classifica generale hanno concluso Simone Campedelli e Tania Canton con un distacco di 9’’7 sulla Ford Fiesta R5 di Orange1 Racing curata da Vieffecorse. Campedelli ha sofferto non poco ma ha anche saputo cogliere i migliori tempi in quattro prove speciali, tra le quali la lunga prova speciale di 34,45 km.

Terzi assoluti si piazzano Umberto Scandola insieme a Guido D’Amore con la Skoda Fabia R5. Il veronese è riuscito così a recuperare il terzo gradino del podio, proprio in vista del traguardo finale, approfittandosi della foratura patita da Andrea Crugnola, sull’ultimo tratto cronometrato. Il varesino, navigato da Danilo Fappani, pilota iscritto e in testa al Campionato Italiano Rally Asfalto, ha confermato la sue grandi qualità andando veramente forte.

Ottima prestazione, ancora una volta, di Andrea Nucita e Marco Vozzo con la Hyundai i20 R5 che ha terminato la gara quarto nell’assoluta assoluti. Quinto il giovane pilota lituano Gryazin che con la sua SKoda ha portato punti importanti alla casa boema nella classifica del tricolore costruttori.

Chiudono la top ten del 65°Rallye Sanremo le vetture di Luca Panzani, quella dell’outsider di Monaco Elio Cortese, la Skoda Fabia R5, quella di Giacomo Scattolon, altra Skoda, quella di Kevin Gilardoni, Ford Fiesta.

Tra i ritiri di rilievo quelli del siciliano Marco Pollara con la Peugeot 208 T16 e del toscano Rudy Michelini nella “Mini Ronde”, uscito di strada con la Skoda Fabia R5.

Nel tricolore Due Ruote Motrici chiude in testa Riccardo Canzian, con la Renault Clio R3T, sfruttando la corsa rallentata di Ivan Ferrarotti con la Ford Fiesta R5. Tra le sei Twingo R1 iscritte al trofeo monomarca al comando è rimasto Alberto Paris insieme a Sonia Benellini. Vittoria nel Suzuki Rally Trophy del giovane Giorgio Cogni navigato da Gabriele Zanni con la Suzuki Swift R1B davanti a Fabio Poggio e Stefano Martinelli.(Gab.Mus.)

Hanno detto:

Umberto Scandola:“Siamo molto soddisfatti di questo risultato. Ci speravamo ma non eravamo ancora sicuri di poter essere competitivi con queste condizioni così variabili alla nostra seconda uscita stagionale. Ripartiamo da Sanremo con una vittoria in prova speciale e il podio finale che ci danno morale per continuare a spingere al 100%. Guardando i tempi fatti segnare nel week-end siamo convinti di aver imboccato la strada giusta e voglio ringraziare tutto il team e i partner che stanno lavorando al massimo. A freddo analizzeremo tutti i dati assieme ai nostri tecnici per arrivare ancora più competitivi al Targa Florio e alle gare che maggiormente si adattano alla nostra Skoda e alle mie caratteristiche di guida. Anche quest’anno sarà un campionato molto equilibrato e i pretendenti al titolo finale dovranno fare i conti con noi e la nostra Fabia”.

Paolo Andreucci: “Week end di gara da manuale, molto bello e con un meteo che non ha giocato brutti scherzi. Umido e talvolta bagnato il venerdì, asciutto sabato. Sono molto soddisfatto del risultato portato a casa. La macchina andava molto bene ed abbiamo fatto scelte giustissime lato pneumatici, perché in molti tratti c’era tanto grip ed in altri, invece, abbiamo trovato anche chiazze d’olio che ci hanno messo alla prova. Devo dire che la preparazione meticolosa della gara ha portato ai risultati attesi ed anche grazie al perfetto coordinamento della squadra siamo ancora intesta al campionato. Bene, molto bene. Archiviato Sanremo, massima concentrazione sulla terza tappa di campionato, il Targa Florio.”

Marco Pollara: “Sono molto contrariato per questo risultato, perché stavamo andando bene. Siamo partiti in undicesima posizione nella prova spettacolo ma poi stavamo recuperando terreno ed eravamo anche arrivati al sesto posto, niente affatto male, quindi. Purtroppo, però, nella quarta prova speciale di venerdì sera abbiamo incontrato un tratto molto scivoloso causa olio perso dalle auto storiche che ci hanno preceduto. Siamo passati consapevoli di questo fatto ma, nonostante ciò, siamo andati lunghi perché il tratto era viscidissimo, come andare sul ghiaccio. Siamo andati a sbattere su un albero ed abbiamo danneggiato seriamente la nostra 208 T16, tanto da non farci proseguire la gara. Un vero peccato! Il nostro esordio è rinviato al Targa Florio, gara di casa.”

Simone Campedelli:"L’unico rammarico è per il tempo perso nelle battute iniziali a causa di una non perfetta scelta a livello di mescole delle gomme. Abbiamo optato per una soluzione conservativa che non si è rivelata vincente ed abbiamo subito perso il terreno che poi non siamo più riusciti a recuperare del tutto. Peccato, avremmo potuto fare di più, ma veniamo via dalla Liguria con la consapevolezza di aver compiuto un altro passo avanti in ottica di campionato. Adesso vogliamo vincere. Manchiamo dal podio dal Rally di Roma dello scorso anno ed è ora di porre fine all’astinenza".

CLASSIFICA ASSOLUTA FINALE °RALLY SANREMO:

1.Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) in 1:40'34.7

2. Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5) a 9.7

3. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) a 50.7

4.Nucita-Vozzo (Hyundai I20 R5) a 1’08.6

5. Gryazin-Fedorov (Skoda Fabia R5) a 2'358.1

6. Crugnola-Fappani (Ford Fiesta R5) a 3’13.8

7. Scattolon-Zanini (Skoda Fabia R5) 4’53.7

8. Panzani-Pinelli (Ford Fiesta R5) a 5’11.9

9. Cortese-Verbicara (Skoda Fabia R5) a 6’07.5

10.Gilardoni-Bonato (Ford Fiesta R5) a 6’14.7.

CIR ASSOLUTO:

Andreucci 30 punti; Campedelli 22; Crugnola 17; Scandola 10

CIR ASFALTO:

Crugnola 30; Panzani 15; Michelini 10

CIR COSTRUTTORI:

Ford 32; Peugeot 30; Skoda 24