18/07/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

DAKAR: COLPO DI MANO DI LOEB, TRE PEUGEOT AL COMANDO, DOPO LA MINI ANCHE LA TOYOTA………

 

San Juan de Marcona. Interessante, per la classifica e lo spettacolo, colpo di mano di  Sebastien Loeb che ha a conquistato il successo nella quarta tappa della Dakar 2018, una lunga frazione, di 444 chilomtri di cui  330 di prova speciale, attorno a San Juan de Marcona, con la carovana che continua la sua permanenza in Perù.

L’ex campione del mondo rally  è stato finalmente protagonista guidando la “carovana “ Peugeot . Una accelerazione nel finale gli ha permesso  di aumentare il suo vantaggio e ha provocato la bagarre tra i compagni di squadra e alla fine Sainz ha avuto la meglio su Peterhansel che ha accusato alla fine un ritardo di tre minuti.

Ma il signor Dakar  non si è affatto scomposto, lui mira al primo posto a Cordoba e raramente lo vedremo accettare il corpo a corpo che è sempre rischioso soprattutto in una gara come la Dakar..
In forte ritardo invece è arrivato Cyril Despres rallentato da un problema ad una sospensione posteriore. Non lontano da  dal punto in cui è fermato  ha conosciuto l’amarezza di accumulare pesanti minuti di ritardo  anche  Al Attyah  con la Toyota Hi-Lux: il suo ritardo alla fine è stato di oltre 54 minuti.

Lunedì era stata una brutta giornata per la MINI ed oggi lo è stata  anche per la Toyota che oltre ad accusare il ritardo di Al-Attiyah  ha dovuto pagare lo scotto anche con la vettura del sud africano De Villiers che ora in classifica è al settimo posto a 1 ora e 21 minuti.

La sorpresa di giornata è stato però il quarto posto all’arrivo  di Eugenio Amos col suo Buggy Ford. Il pilota italiano è ora in sesta posizione in classifica generale neppure molto lontano dalle due Toyota di Al-Attiyah e di  Bernhard Ten Brinke. Sesto posto di tappa a Khalid Al Qassimi con la vecchia Peugeot 3008, ottavo in generale davanti al Ford F150 di Martin Prokop. Nono nell’assoluta Jakub Przygonski, miglior rappresentante Mini con la vecchia Cooper Rally 4WD in quella che si può chiamare dèbacle  del team della squadra inglese.

 Nelle moto c’è  stato il ritiro  di Sam Sunderland, leader della classifica. L’inglese della KTM ha dovuto abbandonare a causa di una caduta dopo un salto. Per via dei forti dolori alla schiena si è reso  necessario il trasporto con un elicottero. Ne ha approfittato Adrien Van Beveren: il francese della Yamaha ha dominato con oltre cinque  minuti sul compagno Xavier de Soultrait e sette  su Matthias Walkner. Kevin Benavides, che lunedì era al secondo posto, ha chiuso a 9’14.. Al momento, secondo è Pablo Quintanilla ma la battaglia tra le due ruote è molto più che serrata  che nelle quattro ruote, lo spettacolo durerà ancora per molto.(Angel Ramos)

ORDINE DI ARRIVO QUARTA TAPPA:

1. Sébastien Loeb  / Daniel Elena , Peugeot 3008DKR Maxi, 3h.57’53”
2. Carlos Sainz / Lucas Cruz, Peugeot 3008 DKR Maxi, +1’35”
3. Stéphane Peterhansel / Jean-Paul Cottret , Peugeot 3008DKR Maxi, 3’16”
4. Eugenio Amos / Sébastien Delaunay, Ford 2WD, +35’36”
5.
Khalid Al Qassimi / Xavier Panseri , Peugeot 3008 DKR Maxi, +40’29”
6.
Lucio Alvare / Robert Howie, Toyota 4WD, +41’05”
7. Bernhard Ten Brinke / Michel Perin, Toyota 4WD, +42’22”
8. Yazeed Al-Rajhi / Timo Gottschalk, Mini 2WD, +43’05”
9. Martin Prokop (CZE) / Jan Tomanek (CZE), Ford 4WD, +47’04”
10. Nasser Al Attiyah / Matthieu Baumel, Toyota 4WD, +54’21”

CLASSIFICA GENERALE DOPO QUARTA TAPPA:

AUTO
1.Peterhansel-Cottret (Peugeot 3008 DKR) – 3h.34’58”
2. Loeb-Elena (Peugeot 3008 DKR) + 6’55”
3. Sainz-Cruz (Peugeot 3008 D
KR) + 13’06”
4. Al-Attiyah-Baumel (Toyota Hi-Lux) + 58’48”
5.
Ten Brinke-Perrin (Toyota Hi-Lux) + 1h.10’24”
6. Amos-Delaunay (2WD) + 1h.19’42”
7.
Al-Qassimi-Panseri (Peugeot 3008 DKR) + 1h.21’09”
8. De Villiers-Von Zitzewitz (Toyota Hi-Lux) + 1h.21’47”
9.
Prokop-Tomanek (Ford F150 Evo) + 1h.22’44”
10. Prygonski-Colsoul (Mini Cooper 4WD) + 1h.35’30”

MOTO
1.Adrien Van Beveren (Yamaha) – 11h.03’23”
2.
Pablo Quintanilla (Husqvarna) + 1’55”
3.Kevin Benavides (Honda) + 3’15”
4. Matthias Walkner (KTM) + 5’23”
5. Xavier De Soultrait (Yamaha) + 7’34”
6.Toby Price (KTM) + 10’14”
7. Jose Florimo (Honda) + 12’06”
8. Franco Caimi (Yamaha) + 12’48”
9. Gerard Guell (KTM) - 13’05”
10. Antoine Meo (KTM) + 13’47”