23/04/2018
Direttore: Franco Liistro

Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati

Euautopezzi
 

NASCAR WHELEN EURO SERIES: UNA FESTA TRA AGONISMO E SHOW

Magione. Un’altra giornata densa di emozioni all’Autodromo dell’Umbria, che ha ospitato in questo fine settimana l’unica prova italiana della NASCAR Whelen Euro Series, ispirata alle celebri corse americane dei circuiti ovali come Indianapolis, Daytona, Phoenix e Pocono.

La giornata di oggi ha visto le possenti stock car V8 da oltre 400 cv impegnate in altre due gare, una riservata ai piloti Elite 1 e una agli Elite2.

In quest’ultima serie si è imposto nuovamente il giovane spagnolo di Malaga, Salvador Tineo Arroyo, in forze al team di casa, la CAAL Racing. Tineo scattava dalla prima posizione in griglia, dalla quale ha tenuto a bada gli inseguitori, l’austriaco Philipp Lietz e il tedesco Stienes Longin.

Quinto posto per il primo degli italiani in gara, il romano Gianmarco Ercoli (Double T by MRT Nocentini), e ottava assoluta Francesca Linossi (GDL Racing), che ha sopravanzato di poco l’altra lady, Carole Perrin sulla Chevrolet della CAAL Racing.

La corsa riservata ai più esperti piloti ELITE 1 si è svolta sulla pista in parte bagnata dalla pioggia caduta poco prima dello start, rendendo la competizione ancora più emozionante. Alcuni tra gli sfidanti hanno rinunciato a partire dallo schieramento di partenza, decidendo in extremis di utilizzare pneumatici da bagnato e prendere il via dalla corsia box.

La scelta strategica ha pagato nell’economia di gara del francese Romain Iannetta (Tema TFT), che è stato in grado di concludere secondo, alle spalle del vincitore, l’italiano Nicolò Rocca, che ha portato un altro successo al team di casa CAAL Racing.

Poca fortuna per l’italo americano Eddie Cheever III, compagno di team di Rocca, che aveva condotto la gara per ben 16 dei 25 giri previsti: per lui la rottura dell’acceleratore ha pregiudicato l’arrivo alla bandiera a scacchi. Resta leader del campionato Nascar Whelen Euro Series lo spagnolo Ander Vilarino, quinto all’arrivo nella gara di Magione.

La giornata ha offerto spazio anche ai piloti locali della Coppa Turismo Magione, con vetture di diverse categorie e prestazioni che si sono confrontate in un’unica prova da 25 minuti. Il perugino Francesco Ascani su BMW M3 Superstars ha tagliato per primo il traguardo, seguito dalla Porsche 997 GT Cup di Roberto Sacco, primo davanti a Enrico Martini e Massimo Regni nella classe Porsche Carrera Cup.

Tra le auto di gruppo E1 Italia ha prevalsola Ford Fiesta di Leone, mentre l’assisano Giampiero Sensi è stato il primo tra le Renault Clio Cup. Fra le gr.N, Tonino Scocco ha portato al successo la sua Peugeot 106 Rally.

Come già nella giornata di sabato, anche oggi il pubblico ha potuto assistere allo spettacolo offerto dalle molte auto americane presenti nel paddock e portate dagli appassionati dei club American Car Club of Rome, Old Rods Perugia e American Company, oltre che alle esibizioni della Banda musicale di Magione e delle sue brave Majorette, nonché alle altre attrazioni presenti nel paddock come le repliche delle movie car di American Garage KITT, il Maggiolino Tutto Matto o l’auto dei Transformers.

Presente anche la squadra dei Grifoni, football americano di Perugia, così come le sorridenti Cheer Leaders, in arrivo dalla città di Terni.

“Il bilancio della manifestazione è positivo – afferma Carmelo Campagna, Presidente dell’Autodromo dell’Umbria – è stata una bella festa e si sono viste in autodromo tante famiglie con bambini, appassionati e non, e anche una bella tribuna piena, nonostante la pioggia del primo pomeriggio. Anche la prossima settimana ospiteremo una importante manifestazione nazionale, questa volta dedicata alle due ruote, grazie al MotoClub Spoleto”.Infatti, nei giorni 18, 19 e 20 Settembre prossimi, l’Autodromo Borzacchini ospiterà la Coppa FMI con i suoi trofei . (Mariangela Musolino)