22/06/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

IL TROFEO AMATORI AL GIRO DI BOA CON IL SOLO ZANNI A IPOTECARE IL TITOLO

 

Vallelunga. Una splendida giornata di sole con temperatura mitigata da una leggera brezza ha fatto da splendido corollario al terzo round del Trofeo Italiano Amatori che si è corso all’autodromo internazionale “Piero Taruffi” di Vallelunga, inserito nel programma della Coppa Italia FMI. Le buone condizioni meteo e l’ottimo comportamento degli pneumatici Metzeler, utilizzati in tutte le classi del trofeo, hanno perfettamente assecondato i piloti, limitandone le scivolate e le poche che si sono verificate, si sono risolte tutte senza conseguenze fisiche.

Tutte le gare sono state belle e combattute, molte decise nel finale, se non addirittura sulla linea del traguardo e non sono mancati colpi di scena che hanno contribuito a lasciare apertissima la lotta nelle varie classi, ad esclusione della 600 Pro, dove Daniele Zinni, con la quarta vittoria consecutiva, in virtù di questo doppio appuntamento, ha messo una seria ipoteca sul titolo già a metà del torneo.

Le vittorie sono andate al marchigiano Davide Giostra (Kawasaki) 600 Base, al pugliese Vincenzo Ostuni (Yamaha) 600 Avanzata e come detto, all’abruzzese Zinni nella 600 Pro.Nella categoria 1000 si sono imposti l’umbro Tiziano Mattioli (BMW) Base, il campano Andrea Taglialatela (Yamaha) Avanzata e il sardo Tommaso Pinna (Yamaha) Pro.

La classe 600 Base ha visto due wild card sul primo e secondo gradino del podio, con Giostra che ha preceduto Federico Barone (Yamaha), terzo e quindi primo ai fini della classifica del trofeo si è classificato l’emiliano Mauro Cocchi (Yamaha) che ha preceduto il laziale Gabriele Bianchi e il veneto Mirko Zappon, entrambi su Honda che hanno completato il podio della Base. Grazie a questi risultati Zappon e Cocchi scavalcano Nicola Crestanini, oggi assente, in classifica generale.

Sfortunato la wild card Francesco Verreggia (Yamaha) che dopo aver conquistato la pole position ed essere stato tra i protagonisti della corsa è scivolato poco dopo essere passato al comando della gara.

Quarto sigillo consecutivo per Zinni nella 600 Pro/Avanzata e titolo ormai a un passo, il trentenne raider di Atessa ha preso in mano le redini della corsa sin dall’inizio non le ha più mollate fino a chiudere con buon margine sul modenese Marcello Vincenzi e il romano Emanuele Viglieno entrambi su Honda. L’unico pilota che ancora poteva contrastare il predominio di Zinni era il senese Francesco Varanese (Ducati) che però a uscito di scena per una innocua scivolata poco dopo metà gara. Ostuni, con l’ottavo posto assoluto in gara è risultato il migliore della classe Avanzata. Il pugliese ha messo alle spalle il piacentino Christian Fortunati (Honda) e il corregionale Nicola Gianico (Yamaha).

Lo spoletino Tiziano Mattioli dopo la vittoria del Mugello replica a Vallelunga e si porta al comando della classe 1000 Base. Il trentasettenne pilota umbro al terzo anno di competizioni ha a lungo battagliato con i romani Daniele Caggiano e Christian Lauretti, poi giunti nell’ordine, in un fazzoletto. Bella gara anche il torinese Antonio Reitano che in sella alla Yamaha, ha cercato di contrastare il dominio BMW in questa classe, finito quarto a un soffio dal podio.

Gara ricca di colpi di scena quella della classe 1000 Avanzata che ha visto uscire anzitempo, o per scivolate o per guasti meccanici, tutti i piloti di alta classifica, così la vittoria, per la verità meritata, è andata alla wild card Andrea Taglialatela, il napoletano ha messo alle spalle il veronese Manuel De Vecchi (Kawasaki), ex olimpionico di MBX e nuovo leader dell’assoluta e il piacentino Cristiano Franchi (BMW). Quarto ma terzo ai fini del campionato il marchigiano di Urbino Alessandro Rossi (Yamaha).

Infine, prima vittoria nel Trofeo Amatori del sardo Tommaso Pinna (Yamaha), tornato quest’anno alle competizioni dopo uno stop durato cinque anni che nella classe 1000 Pro ha preceduto il corregionale Libero Peppino Cirotto (BMW) e l’ascolano Fabio Gaspari, entrambi su BMW. Della partita anche Alessandro Rossi (Yamaha), i quattro hanno dato vita a una gara intensa e si sono alternati più volte al comando della corsa.

Prossimo appuntamento con il Trofeo Italiano Amatori il primo luglio all’autodromo del Mugello.(Celso Pallassini)