18/07/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

SBK: REA , RE DEL SANTERNO, HA UN SOLO VERO AVVERSARIO DAVIES (DUCATI)

Imola. Nuova grande vittoria per Jonathan Rea in Gara-2 del Mondiale Superbike dopo aver dominato la Gara-1. Il Campione del Mondo ha la sua "doppietta" dopo un esaltante duello con Chaz Davies che solo negli ultimi sei giri ha lasciato via libera al nord-irlandese.

Dopo il via per i primi giri della corsa era stato il giovane Rinaldi a guidare il gruppo tallonato da Davies, scattato dalla pole, ma Rea era rapidissimo a rimontare dalla terza fila per raggiungere i primi dopo sole 4 tornate.

Davies e Rea prendevano quindi il largo dando vita a una grande battaglia per la vittoria, con il ducatista al comando e il campione della Kawasaki incollato ai suoi scarichi. Dopo una alcuni tentativi andati a vuoto per la grande determinazione del rivale, Rea riusciva però a trovare il varco giusto a 6 giri dalla fine per poi involarsi definitivamente verso il traguardo di Imola, tagliato con oltre 4" di vantaggio.

Terzo posto per l'altra “verde” ufficiale di Tom Sykes che, dopo una gara piuttosto opaca , strappava l'ultimo posto sul podio allo spagnolo Xavi Fores a soli 2 giri dalla fine. Quinto l'ottimo Jordi Torres davanti ad Alex Lowes e a Rinaldi che ancora una volta è entrato tranquillamente nei primi dieci.

Delusione piena invece da Marco Melandri, speronato a metà gara da Michael Van der Mark ma anche per Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia), scivolato a sua volta.

Rea è così raggiunto 209 punti nella classifica del mondiale piloti e vanta ora 47 lunghezze di vantaggio su Davies e 72 su Sykes: le cose sembrano mettersi decisamente bene per il Campione del Mondo uscente...

In pratica il solo Davies può dare fastidio al campione del mondo dal momento che certo non lo farà Tom Sykes, un Sykes ben lontano da quello che è stato protagonista del mondiale qualche anno orsono.

Ma la Ducati è in grado di gare quel qualcosa in più alla due ruote di Davies? In caso negativo il campionato 2018 può anfare tranquillamente in archivio. ( (Lu.Car.)

Hanno detto:

Chaz Davies :"Abbiamo fatto del nostro meglio oggi, ma sfortunatamente non è bastato per vincere. Le temperature sono salite e non avevo molto feeling, ero in difficoltà sia in fase di entrata in curva che in accelerazione. Quando Rea mi ha passato, ho pensato di provare a stare con lui, ma realisticamente sapevo che sarebbe stato troppo rischioso. Venti punti erano il massimo che potevamo ottenere oggi. Per me è molto importante comunque essere salito sul podio ad Imola. Ducati è qui vicino e ci sono tantissimi tifosi a supportarci. Avremmo voluto regalargli un risultato ancora migliore, ma ci siamo divertiti".

Marco Melandri:"È stata una giornata sfortunata, perché nel WUP eravamo riusciti a fare un altro passo avanti con l'assetto, che ci consentiva di essere leggermente più costanti e veloci in gara. Purtroppo fatichiamo ancora in staccata, soprattutto a serbatoio pieno, e questo ci penalizza nei sorpassi. Il terzo posto era pienamente alla nostra portata, ma sfortunatamente VD Mark mi ha colpito in frenata e la mia gara non ha potuto proseguire. Guardando avanti, Donington è una pista che mi piace molto e la moto continua a crescere quindi possiamo fare bene, ma dobbiamo riuscire ad essere più efficaci con gomme nuove".

Michael Ruben Rinaldi:"Sono abbastanza soddisfatto di questo weekend, terminato con due settimi posti e con la soddisfazione di avere guidato Gara 2 per qualche giro. Abbiamo il potenziale per fare meglio, ma ci manca ancora un po' di esperienza. L'importante è continuare a crescere, e proveremo a farlo anche a Donington, un'altra pista che mi piace molto".

Xavi Forés: "Sfortunatamente non siamo riusciti a raggiungere il podio. Avevo problemi all’anteriore, soprattutto nei cambi di direzione. Non sono riuscito a difendere il terzo posto perchè nell’ultimo split, tra la Variante Alta e le curve 21 e 22 perdevo tanto. Nonostante questo è un weekend positivo perché abbiamo conquistato punti preziosi per il campionato e rimontato anche una posizione". 

Loris Baz:“Alla fine, è stata una gara molto simile a quella di ieri. Purtroppo, ci manca grip e soffriamo perché la moto tende ad impennare. L’unica differenza rispetto a ieri, è che siamo stati in grado di mantenere un passo leggermente più veloce e costante per tutta la durata della gara. Anche oggi ho fatto il massimo possibile, ma purtroppo non abbiamo ottenuto i risultati sperati. Adesso faremo di tutto per prepararci al meglio per il prossimo round di Donington.”

ORDINE DI ARRIVO DOPO 19 GIRI:

J. REA Kawasaki Racing Team 19 giri
2. C. DAVIES Aruba.it Racing - Ducati +4.019 
3. T. SYKES Kawasaki Racing Team +9.530 
4. X. FORES Barni Racing Team +14.159 
5. J. TORRES MV Agusta Reparto Corse +15.479 
6. A. LOWES Pata Yamaha +16.162 1 
7. M. RINALDI Aruba.it Racing - Junior +17.197 
8. T. RAZGATLIOGLU Kawasaki Puccetti Racing +17.554 
9. E. LAVERTY Milwaukee Aprilia +22.331 
10. L. MERCADO Orelac VerdNatura +30.176 
11. L. BAZ GULF ALTHEA BMW Racing +30.267 
12. R. RAMOS Team GoEleven Kawasaki +40.061 
13 .Y. HERNANDEZ Team Pedercini Racing +51.973 
14. P. JACOBSEN TripleM Honda +55.268 
15.
O. JEZEK Guandalini Racing +1'09.455 
16. L. HASLAM Kawasaki Puccetti Racing +1'43.833

CCLASSIFICA PILOTI:

1. JONATHAN REA 209 
2. CHAZ DAVIES 162 
3. TOM SYKES 137 
4.
MARCO MELANDRI 131 
5. XAVI FORES 124 
6. MICHAEL VAN DER MARK 113 
7.
ALEX LOWES 92 
8. TOPRAK RAZGATLIOGLU 58 
9. JORDI TORRES 52MV A 
10. LORIS BAZ 52BMW