23/04/2018
Direttore: Franco Liistro

Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati

Euautopezzi
 

REA (KAWASAKI) E’ UN VERO CANNIBALE, LE DUCATI DI DAVIES E MELANDRI SUL PODIO

 

 

Losail. Jonathan Rea , ancora lui. Il campione del mondo ha deciso di non concedere nulla neppure   a Losail  che è sede dell’ultimo appuntamento della Super Bike 2017.  Così  ancora non sazio di una collana di successi è partito a spron battuto ed ha imposto il suo ritmo da leader della corsa senza che nessuno potesse impensierirlo.

Contro il Rea, in versione 2017, non c’è proprio nulla  da fare: è stato ed è semplicemente il migliore. Indubbiamente la Kawasaki  gli offre tutto questo ma lui ci mette quel qualcosa in più  che significa essere il “campione” altrimenti Tom Sykes  gli sarebbe pari.

Un Tom Sykes che non solo non è stato in grado di rispondere allo strapotere al compagno di team   ma che con una serie di piazzamenti deludenti  sta mettendo a rischio il secondo posto nella classifica piloti: una doppietta cui la Casa giapponese, mai sazia, tiene in modo particolare.

Il secondo posto è ancora alla portata di Sykes ma ora i favori del pronostico sono per la Ducati  di Chaz Davies grazie al secondo posto in gara 1 ed anche Melandri è salito sul podio mentre Sykes non è andato  oltre la sesta posizione.

Tutto si deciderà in gara 2, l’ultima gara della stagione. Rea partirà indietro e quindi per Sykes potrebbe essere l’occasione  da non perdere  ma di certo dovrà vedersela con il n° 1 della Ducati  che dopo Rea è senza dubbio il migliore del lotto, l’unico in grado di rendere, qualche volta, la vita difficile al campione del mondo.

Davies può  sperare in un aiuto da parte di Melandri anche se  l’italiano ha una motore con un motore oramai al limite della “rottamazione”  mentre Rea  ben difficilmente aiuterà il compagno con cui non ha mai avuto un feeling  particolarmente  amichevole.

Siamo oramai agli ultimi chilometri della stagione e i motori  sono giù spremuti quindi non c’è da aspettarsi più di tanto. La Ducati  ha messo in carniere ancora due presenze sul podio ma …che fatica ! Anzi che fortuna!  Il via libera ai due piloti della Casa di Borgo Panigale in fin dei conti è arrivata solo dopo le cadute di Lowes e Van der Mark.

Hanno detto:

Chaz Davies : “Sono contento perché abbiamo centrato il nostro obiettivo principale, che era quello di guadagnare punti nella lotta per il secondo posto in campionato. Non è stata una gara facile però. Penso che abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile con il pacchetto a nostra disposizione. Si è trattato di gestire alcune problematiche. Abbiamo faticato molto con il grip, sia in ingresso che in uscita di curva, e ci mancava un po’ di agilità. Comunque abbiamo chiuso al secondo posto e siamo contenti per i 20 punti messi in cascina. Abbiamo anche raccolto dati importanti per migliorare a livello di elettronica, soprattutto con il freno motore. Dobbiamo restare concentrati e speriamo di fare altri passi avanti in vista di Gara 2”.

Marco Melandri : “Sono contento, perché non penso avremmo potuto fare di più oggi. Dopo la Superpole non avrei saputo cosa aspettarmi, ma la squadra ha fatto un grande lavoro e siamo riusciti a fare un bel passo avanti con il setup per la gara, dove non ero al 100% ma per lo meno sono stato in grado di guidare vicino al limite. Ad inizio gara ho faticato, mi mancava grip al posteriore. La moto si muoveva molto e non riuscivo ad essere abbastanza incisivo. Ho cercato di compensare con l’anteriore, riuscendo a recuperare un po’ di terreno, ma sul finale la gomma era molto usurata ed ho preferito non prendere rischi inutili. È un podio che ci dà morale. Proveremo a migliorare ancora per chiudere in bellezza domani”.

Jonathan Rea:Troy Bayliss per me era un idolo, un mito. Pareggiare il suo numero di vittorie due settimane fa ad Jerez è stato una gioia immensa, adesso essergli davanti è qualcosa di incredibile. Questo mi fa rendere conto di quali progressi ho fatto durante la mia carriera. E’ stata una gara incredibile perché ho spinto dall’inizio alla fine e il mio obiettivo era quello di vincere in questo modo. Domani sarà più difficile perché partirò dalla terza fila“.

Jordi Torres:“Una giornata difficile. Nella Superpole avevamo problemi con una gomma che vibrava tanto. Per questo motivo non sono riuscito a fare un giro veloce ed ho dovuto partire undicesimo in gara. Mi sentivo comunque bene con la moto nella prima fase, ma dopo alcuni giri ho sbagliato marcia, andando in folle, e questo mi ha fatto perdere alcune posizioni. Ho recuperato terreno ma non ho potuto andare oltre la settima piazza. Vediamo se riusciremo a fare meglio domani.”

Raffaele De Rosa: “Peccato per la caduta, ho spinto troppo e inavvertitamente sono scivolato, sinceramente non me lo aspettavo… La gara stava andando abbastanza bene e cercavo di rimanere con Jordi e Guintoli. Mi dispiace per il team, perché avrebbe potuto essere un buon risultato. Sono dispiaciuto, l’unico lato positivo è che il mio passo non era male e quindi spero di poter chiudere la stagione con un risultato positivo domani.”

Xavi Forés:«Non so più cosa dire, la sfortuna continua a bersagliarci. Quello che mi consola è che eravamo veramente veloci, stavo guidando con grande fluidità dietro a Davies e potevo giocarmela con lui fino in fondo. Per questo spero che domani possiamo rifarci» (John Sturm)

ORDINE DI ARRIVO DOPO 17 GIRI:

1 J. REA Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 25’531 
2. C. DAVIES Aruba.it Racing - Ducati Ducati Panigale R + 4’944
3.M. MELANDRI Aruba.it Racing - Ducati Ducati Panigale R + 10”405
4.E. LAVERTY Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF +12”052
5.L. SAVADORI Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF + 12”339
6.T. SYKES Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR + 15”587
7.J. TORRES Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR +16”789
8.S. GUINTOLI Kawasaki Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR+17”869
9.L. CAMIER MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 +18”494
10.R. RAMOS Team Kawasaki Go Eleven Kawasaki ZX-10RR +22”660
11. J. GUARNONI Pedercini Racing SC-Project Kawasaki ZX-10RR +36”011
12.J. GAGNE Red Bull Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR +38”237
13.R. ROLFO Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR +49”659
14. O. JEZEK Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR +50”079