17/12/2017
Direttore: Franco Liistro

Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati

Euautopezzi
 

LA FORMULA E PARTE NEL SEGNO DI BIRD E ROSENQVIST, PROMOSSI MORTARA E FILIPPI

 

Hong Kong.Ha preso il via  la terza edizione del campionato di Formula E, il campionato con le monoposto elettriche , Venti monoposto al via con una bella serie di piloti  che tenteranno l’assalto al campione della passata edizione, Luca Di Grassi. Ci proveranno in molti, su tutti Bird, Piquet, Buemi, Rosenqvist, Lotterer, Vergne, Kabayashi  ma attenzione ai due jolly italiani Mortara e Filippi  che sono poco considerati  ma che potrebbero “disturbare” e non poco i favoriti.

Il primo round  ha visto subito sugli scudi Sam Bird e Abtche però a fine gara è stato squalificato a vantaggio di Rosenqvist  e della Mahindra che ° già balzata in testa alla classica per Team. Nel complesso due belle gare anche la carreggiata del circuito ha mostrato molti limiti.  Su percorsi molto stretti con monoposto che  non hanno piccole dimensioni è troppo facile che gli incidenti   finiscano per condizionare l’esito della gara.

Sam Bird consegna a DS Virgin Racing la prima vittoria della nuova stagione di Formula E, al termine di una gara piena di colpi di scena nelle vie di Hong Kong. Il pilota britannico, che sigla il sesto successo nella categoria, ha recuperato un errore commesso nella sosta al pit stop e si è imposto con undici secondi di vantaggio.

Anche il compagno di squadra Alex Lynn, alla prima stagione completa in Formula E, è stato autore di una gara concreta. Dopo aver rimontato otto posizioni, si è classificato all’ottavo posto, conquistando quattro punti.

Questo appuntamento della stagione ha riservato sorprese sin dal primo giro. Sul circuito di 1,86 chilometri, un incidente tra più monoposto ha richiesto la prima bandiera rossa della storia della Formula E. Dopo la seconda partenza lanciata, Sam Bird ha occupato la seconda posizione, alle spalle del leader Jean-Éric Vergne. Circa a metà gara il pilota di DS Virgin Racing ha trovato un varco, fingendo un attacco all’esterno per poi inserirsi alla corda della curva 6.

Vergne ha fatto la sua sosta il giro successivo, mentre Sam Bird è rimasto in pista per aumentare il vantaggio. Ma un errore al momento del cambio della monoposto gli è costato una penalità. Costretto a ripassare per la pit lane, l’inglese è tornato in pista davanti a Jean-Éric Vergne, in quel momento alle prese con Nick Heidfeld.

Sam Bird ha poi gestito la gara fino alla bandiera a scacchi. Questo successo nella prima prova in calendario gli vale la leadership nella classifica piloti, mentre Alex Lynn èottavo.

Sam Bird: «Che gara! Abbiamo iniziato la stagione sapendo di avere una monoposto competitiva, ma ben consapevoli della forza della concorrenza. Comunque non mi aspettavo di vincere già alla prima gara. Quando ho saputo di avere una penalità, ho attaccato il più possibile. Pensavo di ripartire in ottava o nona posizione…e immaginate la mia sorpresa quando il mio ingegnere mi ha detto ‘P1’ ! È la maniera migliore di iniziare la stagione e ringrazio tutto il team DS Virgin Racing. »

Gara 2 ha visto la grande prestazione di Edoardo Mortara (Mahindra) in testa fino a pochi secondi dalla fine, quando è andato in testa coda, fermandosi in direzione opposta al senso di marcia. Ha così perso tempo prezioso, ed è stato superato da Daniel Abt (Audi) vittorioso nel giorno del suo 25mo compleanno. Secondo al traguardo è arrivato il poleman Felix Rosenqvist (Mahindra) davanti allo stesso Mortara, debuttante nella categoria, che ha spiegato l’errore commesso mentre stava ancora tirando per segnare il giro più veloce.

Dopo il fine gara un colpo di scena. Daniel Abt è stato squalificato perchè i commissari hanno trovato un'irregolarità sui sigilli del propulsore. La vittoria passa dunque a Felix Rosenqvist, e Edoardo Mortara sale al secondo posto.(Nick Wolf)

ORDINE DI ARRIVO GARA 2:

1. Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, 50:05.084s (29pts)

2. Edoardo Mortara, Venturi Formula E Team, +7.031s (18pts)

3. Mitch Evans, Panasonic Jaguar Racing, +10.619s (15pts)

4. Jean-Eric Vergne, TECHEETAH, +12.593s (12pts)

5. Sam Bird, DS Virgin Racing, +12.879s (10pts)

6. Oliver Turvey, NIO Formula E Team, +14.199s (8pts)

7. Maro Engel, Venturi Formula E Team, 15.676s (6pts)

8. Nico Prost, Renault e.dams, +18.905s (4pts)

9. Alex Lynn, DS Virgin Racing, +19.025s (2pts)

10. Sebastien Buemi, Renault e.dams, +22.139s (1pts)

CLASSIFICA PILOTI DOPO 2 GARE:

1. Sam Bird, 35pts;2. Jean Eric-Vergne, 33pts;3. Felix Rosenqvist, 29pts;4. Eduaro Mortara, 24pts;5. Nick Heidfeld, 15pts;6. Mitch Evans, 15pts;7. Nelson Piquet Jr, 12pts;8. Daniel Abt, 11pts;9. Antonio Felix da Costa, 8pts;10. Oliver Turvey, 8pts:11. Alex Lynn, 6pts

CLASSIFICA TEAM DOPO 2 GARE:

1. Mahindra Racing, 44pts;2. DS Virgin Racing, 41pts:3. Techeetah, 33pts:4. Venturi Formula E, 30pts;5. Panasonic Jaguar Racing, 27pts;6. Audi Sport Abt Scheffler, 11pts;7. NIO Formula E, 9pts;8. Andretti Formula E, 8pts;9. Renault e.dams, 7pts;10. Dragon, 0pts

ORDINE DI ARRIVO GARA 1:

1. Sam Bird, DS Virgin Racing, 43 laps

2. Jean Eric Vergne, Techeetah, +11.575

3. Nick Heidfeld, Mahindra Racing, +12.465

4. Nelson Piquet Jr, Panasonic Jaguar Racing, +15.324

5. Daniel Abt, Audi Sport Abt Scheffler, +17.205

6. Antonio Felix Da Costa, Andretti, +18.083

7. Edoardo Mortara, Venturi, +19.797

8. Alex Lynn, DS Virgin Racing, +20.904

9. Nico Prost, Renault e.dams, +24.785

10. Luca Filippi, NIO Formula E, +25.500