17/12/2017
Direttore: Franco Liistro

Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati

Euautopezzi
 

LUCA FILIPPI TORNA IN PISTA…….IN FORMULA E

Torino.  La serie dei figli dei campioni non sembra conoscere la parola fine.  Sembrava che con Nicolas Prost e Giuliano Alesi  si fosse avvicinata la parole fine invece   a quanto pare ci sono anche i ritorni. E’ il caso di Luca Filippi, piemontese d’hoc di Alba ma nato a Savigliano, figlio di una grande campione italiano di Rally ai tempi della mitica Fiat 124. Luca   al suo apparire sulla scena  dell’automobilismo sportivo , primi anni 2000, si è trovato subito appiccicata, e a ragione, l’etichetta  di nuovo talento e speranza italiana delle quattro ruote. Tanto da essere premiato  con il “Casco d’Oro” come miglior pilota italiano 2007.

 Il  suo debutto in GP2  sembrava avvalorare  le sue capacità … poi la ruota è girata   e Luca ha dovuto cercare gloria  sulle piste americane poi  nelle categorie turismo  anche con una parentesi come commentatore televisivo.

Il virus delle corse però  pare sia restio a essere debellato ed ecco il ritorno di Luca Filippi, e ne siamo contenti, anche se oramai a 32 anni  tante speranze sono state riposte nel cassetto Ma all’entusiasmo e alla passione non si può porre freno.  Così per il suo ritorno Filippi ha scelto il campionato (mondiale) di Formula E, il campionato con monoposto totalmente a propulsione elettrica.

Al via della quarta edizione del campionato  in programma ai primi di dicembre a Hong Kong   Filippi salirà sulla monoposto del team cinese Nio con compagno di avventura  Oliver Turvey in squadra per il terzo anno consecutivo.

Le ambizioni del team sono notevoli anche se la concorrenza già ora è agguerrita e lo sarà ancora pià nel prossimo  futuro con l’arrivo dei grandi Costruttori  e lo sottolinea ì il team principal Gerry Hughes: "La nostra quarta stagione ci vede ci vede accogliere Filippi e credo che avremo così una coppia di piloti formidabile per la prossima stagione, perché Luca, pur nuovo alla serie, porta con sé una ricchezza di esperienza nel motorsport che la nostra giovane squadra vorrà sfruttare. Non ho illusioni, ma sento che siamo in buona forma e tutta la squadra è in attesa delle sfide che affronteremo".

Da parte sua Filippi non nasconde  la soddisfazione di tornare  al volante di una monoposto:  «Voglio innanzitutto ringraziare tutti alla Nio per la grande oportunità che mi offrono di poter correre in Formula E. È un mondo nuovo ed elettrizzante per me, ed un modo di correre orientato al futuro che è pieno di talento e tecnologia pulita, quindi sono veramente eccitato dall'idea di farne parte. In occasione del primo test assieme in Spagna ho subito ricevuto sensazioni positive dalla macchina e da tutto il personale della squadra. Entrare a far parte della Nio per Stagione 4 è un sogno diventato realtà e non vedo l'ora di poter lavorare con Oliver e Gerry e partire con questa avventura con tutti nel team Nio Formula E».

Un italiano in Formula E  mancava dalla presenza passeggera di Jarno Trulli, senza considerare la meteora Michela Cerruti che di tracce ne ha lasciate ben poche,  e allora a Luca Filippi  anche il compito di fare il serio apripista all’arrivo di altri piloti italiani. (F.L.)