18/01/2018
Direttore: Franco Liistro

Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati

Euautopezzi
 

F.2: CHARLES LECLERC E’ DI UN ALTRO PIANETA, NON LO FERMANO NEPPURE I COMMISSARI

 

Spa. Giù il cappello!! Il  campionato F2  ha il suo padrone e forse un  campione. Si tratta di Charles Leclerc  che è nettamente tre gradini superiore a tutti gli altri.Il giovane monegasco, sotto controllo della Ferrari, ha vinto la gara di sabato infliggendo  ben 26 secondi al suo diretto avversario in classifica, Rowland. Non importa nulla se poi entrambi sono stati squalificati per eccessivo consumo dello “scalino” di legno posto sul fondo della vettura. Un fatto abbastanza normale sulla  pista di Spa ove gli avvallamenti, e la famosa “compressione” dopo l’Eau Rouge,  provocano degli schiacciamenti sull’asfalto.

I commissari hanno detto la loro  e così sia !!! C’è però da chiedersi come mai a Maranello  abbiano preferito rinnovare il contratto a un usurato e inutile Raikkonen, dato per scontato che si punta tutto su Vettel, e non si sia preferito metterlo alla prova per un anno:se tutto andasse bene  in Ferrari si troverebbero un pilota giovane e bravo in caso contrario c’è sempre….Verstappen.

Charles Leclerc ha conquistato a Spa la sua sesta vittoria della stagione dominando la prima gara dell’appuntamento belga dell’Europeo di Formula 2. Partito dalla pole position, Leclerc è riuscito a difendere la prima posizione dal tentativo di attacco di  Rowland  alla prima curva e, nei giri successivi, ha progressivamente allungato sul pilota britannico, che proprio alla fine ha perso la piazza d’onore a vantaggio di Artem Markelov (Russian Time).

 Dietro di loro, i due italiani con Luca Ghiotto  quarto dopo aver occupato a lungo la terza posizione ma un po’ in crisi nel finale per il degrado dei pneumatici e con il problema di difendersi dal ritorno di Antonio Fuoco.

Dietro l’italiano della Prema, la coppia del Racing Engineering, con Malija davanti a Nick De Vries, mentre Sette Camara  e Merhi  hanno completato la top 10.

In gara 2, la Sprint Race, Il diciannovenne pilota brasiliano Sergio Sette  Camara, in passato portacolori Red Bull, si è aggiudicato la Sprint Race disputata sul tracciato vallone. Il pilota della MP Motorsport è scattato perfettamente dalla terza posizione in griglia e ha conquistato sin dai primi metri di corsa la leadership della manche.

Il sudamericano nei diciotto giri di gara si è  mantenuto al riparo degli attacchi di Nyck de Vries  e di Luca Ghiotto, che sul finale è stato protagonista di un’efficace manovra di sorpasso ai danni del pilota francese del Team Arden International Norman Nato.

La corsa è stata animata dalla furiosa rimonta di Charles Leclerc e Oliver Rowland, scattati dall’ultima fila in griglia a causa dall’esclusione dalla classifica della Feature Race, dovuta all’eccessivo consumo del fondo di legno sotto la scocca.

Il pilota monegasco del Ferrari Driver Academy è risalito fino alla quinta posizione, mentre il britannico è riuscito nel finale a entrate nella zona punti con l’ottavo posto. Solida la prestazione di Antonio Fuoco, settimo sotto la bandiera a scacchi.

Da segnalare che la squalifica di Charles Leclerc e Oliver Rowland ha consegnato rispettivamente  a Luca Ghiotto e Antonio Fuoco la seconda e la terza posizione nella Feature Race disputata sabato.

La corsa odierna è terminata in regime di safety car. La vettura degli stewards  è intervenuta a seguito di un’uscita di pista di Nobuharu Matsushita. Positiva la sesta posizione di Roberto Merhi con il Team Rapax, mentre Santino Ferrucci del Team Trident, nono nella Feature Race, ha chiuso la top ten.

Al vertice della classifica generale, Charles Leclerc ha ora un vantaggio di cinquantanove lunghezze su Oliver Rowland. Luca Ghiotto, Russian Time, terzo classificato nella Sprint Race “Sul finale il nostro ritmo era molto competitivo e, senza l’ingresso della safety  car, forse avrei potuto ambire alla seconda posizione. Oggi sono stato protagonista di un solido recupero dalla settima posizione in griglia. In questo fine settimana abbiamo colto parecchi punti, che mi consentono di risalire al quarto posto in graduatoria. Ora l’obiettivo è preparare al meglio la gara di casa di Monza.(M.C.)

ORDINE DI ARRIVO GARA 2 – 18 GIRI (Sprint Race):

1.Sergio Sette Camara - MP Motorsport - 18 giri 39'40"215
2. Nyck De Vries - Racing Engineering - 0"623
3. Luca Ghiotto - Russian Time - 2"403
4. Norman Nato - Arden - 3"109
5. Charles Leclerc - Prema - 3"820
6. Roberto Merhi - Rapax - 4"894
7. Antonio Fuoco - Prema - 5"448
8. Oliver Rowland - DAMS - 5"828
9. Nicholas Latifi - DAMS - 6"690
10. Santino Ferrucci - Trident - 9"202
11. Gustav Malja - Racing Engineering - 9"629
12. Louis Deletraz - Rapax - 10"556
13. Ralph Boschung - Campos - 10"865
14. Jordan King - MP Motorsport - 11"095
15. Nabil Jeffri - Trident - 12"070
16. Robert Visoiu - Campos - 13"709
17. Sean Gelael - Arden - 14"121
18. Alex Albon - ART - 17"543

Il campionato
1.Leclerc 218 punti; 2.Rowland 159; 3.Markelov 150; 4.Ghiotto 123; 5.Latifi 115; 6.De Vries 96; 7.Matsushita, Nato 91; 9.Albon 65; 10.King 49

ORDINE DI ARRIVO GARA 1- 25 GIRI ( Feature Race):

1.Artem Markelov - Russian Time - 52'50"172
2. Luca Ghiotto - Russian Time - 5"985
3. Antonio Fuoco - Prema - 6"446 
4. Gustav Malja - Racing Engineering - 19"912
5. Nyck De Vries - Racing Engineering - 21"149
6. Sergio Sette Camara - MP Motorsport - 29"356
7. Roberto Merhi - Rapax - 33"479
8. Norman Nato - Arden - 35"611
9. Santino Ferrucci - Trident - 42"735
10. Robert Visoiu - Campos - 44"133
11. Nabil Jeffri - Trident - 47"608
12. Alex Albon - ART - 59"552
13. Ralph Boschung - Campos - 1'10"217
14. Louis Delétraz - Rapax - 1'11"070
15. Sean Gelael - Arden - 1'14"082
16. Nobuharu Matsushita - ART - 1 giro

Esclusi
Charles Leclerc
Oliver Rowland