16/08/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

DANIEL RICCIARDO: BYE BYE RED BULL……..NEL 2019 CON LA RENAULT

 

Londra. La Renault F.1 conferma l’arrivo di Daniel Ricciardo, che correràcon Nico Hülkenberg come pilota titolare a partire dalla stagione 2019.

A 29 anni, originario di Perth, in Australia,figlio di genitore italiano, Daniel ha firmato con Renault per le prossime due stagioni.

Daniel Ricciardo ha vinto 7 GranPremi, salendo 29 volte sul podio;conosce benissimo Renault perché è stato pilota in numerose Series Renault tra il 2007 e il 2011 ed è associato all’attività di motorista del Costruttore dal 2014.

La notizia ha colto tutti di sorpresa dal momento che sia il pilota che la Red Bull davano il rinnovo contrattuale oramai una pura formalità. Probabilmente sulla decisione ha influito non poco lo scarso, se non nullo, feeling con Max Verstappen.

Jérôme Stoll, Presidente Renault Sport Racing:

«Renault ha deciso di ritornare in Formula1 con il chiaro intento di battersi per dei titoli di Campione del mondo. Firmare con Daniel Ricciardo rappresenta un’opportunità irripetibile di avanzare verso questo obiettivo e Renault non poteva perdere questa occasione. Siamo felici di accogliere Daniel nella nostra équipe, certo ancora in fase di costruzione, ma più motivata che mai».

Cyril Abiteboul, Direttore Generale Renault Sport Racing:

«L’arrivo di Daniel è la prova della nostra determinazione ad accelerare il ritmo di salita verso i vertici della classifica, ed è anche il riconoscimento del lavoro realizzato in queste due stagioni e mezzo. Il talento e il carisma incontestabili di Daniel ci spingono ad avanzare e a superarci, per assicurargli la migliore monoposto possibile. È con orgoglio, ma anche con umiltà, che accoglieremo Daniel nel nostro team nel 2019».

Daniel Ricciardo:

«Indiscutibilmente è stata una delle decisioni più difficili della mia carriera fino ad ora. Pensavo però che fosse giunto il momento di affrontare una nuova sfida. Mi rendo conto che c'è molto da fare per consentire alla Renault di raggiungere l'obiettivo di competere ai massimi livelli, ma sono rimasto impressionato dai loro progressi in appena due anni e so che ogni volta che Renault si è impegnata in questo tipo di sfida, alla fine ha vinto. Spero di essere in grado di aiutarli in questo viaggio, dentro e fuori pista».(F.L.)