18/07/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

PRIMA FILA TUTTA MERCEDES, FLOP MCLAREN E WILLIAMS

Le Castellet..La F.1 torna sullo storico circuito del Paul Ricard dove non si corre dal 1990…allora vinse la Ferrari con Alain Prost che quell’anno “sfioro” il titolo mondiale. Poi il circus si è trasferito a Magny Cours, il circuito della Ligier che aveva all’interno del suo comprensorio la sua factory. Allora sul ponte di comando c’era Cesare Fiorio….. Ora chi comanda è Maurizio Arrivabene e il pilota di punta * Sebastian Vettel. 28 anni dopo…una F.1 tutta diversa.

Diversa sì ma con protagonista sempre la Ferrari e la “new entry” , rispetto ad allora, Mercedes che ha subito messo la sua firma sulla intera prima fila. Un grande Hamilton si è preso prende la pole, a un decimo il compagno Bottas e quattro decimi, che su un circuito così veloce non sono pochi, la Ferrari di Vettel.

Seguono Verstappen e Ricciardo. Errore di Raikkonen, 6°, quindi Sainz. Ottima prova di Leclerc: per la prima volta nella top ten con al sua Alfa Sauber: ha concluso 8°. Nono tempo per Magnussen e brutto errore anche per Grosjean, che è finito a muro e che forse ha raggiunto e superato il limite di accettabilità da parte del team Haas che ha già perdonato troppo.

Disastro McLaren: Fernando Alonso e Vandoorne sono rimasti esclusi dalla Q2 e disastro è stato anche per le Williams che chiudono mestamente la griglia di partenza. Vedere due team storici che hanno scritto molte della pagine più belle della F.1 in queste condizioni non è certo un bene per tutti. Nonostante tutti gli errori. Ron Dennis non è mai arrivato a portare il team così in basso, almeno lui indiscutibilmente di F.1 ne capiva. Ora il team è in mano a dei dilettanti mentre la Williams, una volta usciti di scena Frank Williams e Patrick Head, non ha più trovato il filo conduttore: i milioni di dollari del papà Stroll servono ma non non sopperiscono alla carenza di uomini guida.

Hamilton ha ricevuto il Pirelli Pole Position Award da Simon Yates, ciclista britannico che prima delle qualifiche ha completato un giro cronometrato del Paul Ricard su pneumatici tubolari Pirelli P Zero Velo con i quali il suo team Mitchelton-Scott debutterà in una competizione ciclistica del Tour de France.

Il commento sui pneumatici dopo la qualifica di Mario Isola, Responsabile Pirelli:“Oggi le temperature ambiente e asfalto sono state molto più basse rispetto a ieri e la forte pioggia in FP3 ha ‘pulito’ la pista. I team hanno dovuto affrontare condizioni asfalto diverse rispetto a ieri, nel corso di qualifiche rese ancora più difficili dall’interruzione per bandiera rossa durante il Q3. I tempi ottenuti dai piloti di testa sono molto ravvicinati. Sebastian Vettel (Ferrari), terzo in qualifica, sarà l’unico pilota tra i primi cinque a partire con pneumatici ultrasoft: le prime fasi della gara potrebbero quindi essere molto interessanti”.(Marc Canone)

LA GRIGLIA DI PARTENZA:

1.Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'30"029 - Q3
2.Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'30"147 - Q3
3.Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'30"400 - Q3
4.Max Verstappen (Red Bull-Renault) - 1'30"705 - Q3
5.Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) - 1'30"895 - Q3
6.Kimi Raikkonen (Ferrari) - 1'31"057 - Q3
7.Carlos Sainz (Renault) - 1'32"126 - Q3
8.Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) - 1'32"635 - Q3
9.Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'32"930 - Q3
10.Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - no time - Q3
11.Esteban Ocon (Force India-Mercedes) - 1'32"075 - Q2
12.Nico Hulkenberg (Renault) - 1'32"115 - Q2
13.Sergio Perez (Force India-Mercedes) - 1'32"454 - Q2
14.Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) - 1'32"460 - Q2
15.Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) - 1'32"820 - Q2
16.Fernando Alonso (McLaren-Renault) - 1'32"976 - Q1
17.Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) - 1'33"162 - Q1
18.Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) - 1'33"636 - Q1
19.Lance Stroll (Williams-Mercedes) - 1'33"729 - Q1
20.Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) - 1'33"025 * - Q1

* Penalità motore