21/06/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

LA PRIMA POLE E’ DI HAMILTON; PRIMI FLOP: BOTTAS; WILLIAMS, TORO ROSSO E SAUBER-ALFA

Melbourne. Si riparte da dove si era chiuso il campionato dello scorso anno….la prima pole stagionale porta la firma di Lewis Hamilton autore di un ultimo tentativo a dir poco strepitoso che gli ha permesso di lasciare a oltre sei decimi un “molto sveglio” Raikkonen e un Vettel molto nervoso tanto da commettere qualche errore.

Una Mercedes in prima fila e al suo fianco una Ferrari, tutto secondo copione. La Mercedes sembra aver fatto persino un passo avanti e la Ferrari non è stata da meno ma sarà sufficiente per tenere il passo delle monoposto tedesche? Vettel e Raikkonen però dovranno buttare l’occhio negli specchietti perche alle loro spalle, praticamente con lo stesso tempo sul giro, c’è Verstappen.

La Red Bull sembra la monoposto che è migliorata di più e sta confermando quanto si era visto nei test. Verstappen e Ricciardo quest’anno hanno la sola missione di fare pari o meglio della Ferrari. Per il momento sono in scia, in gara si vedrà.

Alle spalle dei tre top team c’è la sorpresa della Hass che ha piazzato Magnussen e Grosjean in quinta e sesta posizione. Il team non ha certo ambizioni di vittoria ma ha due piloti in grado di rendere la vita difficile a tutti sempre che non facciano…danni.

La pole di Hamilton però non ha rasserenato Toto Wolf   abbastanza furibondo per l’errore di Bottas. Il finlandese nel primo giro ha perso il controllo della monoposto finendo contro il muro: vettura da ricostruire e forse ci sarà anche una penalizzazione se anche il pacchetto cambio ha subito dei danni.

Hanno deluso anche le Williams con Stroll in quattordicesima posizione ma Sirotkin chiude la griglia e l’alibi del debutto non convince più di tanto. Peggio hanno fatto le Toro Rosso e soprattutto le Sauber verniciate Alfa Romeo e motorizzate Ferrari. Tutti e due i piloti, Ericsson e Leclerc, sono in penultima fila. Se la Sauber doveva essere il mezzo per rilanciare l’immagine Alfa Romeo il primo passo non è stato dei più felici.

In gara forse le cose cambieranno per tutti i protagonisti. La caccia alla Mercedes è partita ma la prima sensazione è che si correrà per la seconda e terza posizione sul podio.(John Sturm)

Hanno detto:

Mario Isola, responsabile Pirelli racing: “La pista non era molto gommata dopo la pioggia di questa mattina. I Team hanno potuto valutare il punto di crossover tra i pneumatici da bagnato e quelli slick. Stanotte potrebbe piovere ancora, e questo aggiungerà un’altra variabile in vista della gara. Finora i Team hanno utilizzato tutte le mescole disponibili: ciò ha permesso loro di raccogliere molto dati ma senza necessariamente riuscire ad avere un quadro chiaro. La strategia per domani dovrà essere valutata sulla base degli eventuali imprevisti e a seconda di ciò che accadrà durante la gara. Sarà interessante valutare la strategia di Red Bull, visto che entrambi i piloti partiranno con pneumatici supersoft”.

Kimi Raikkonen: “Siamo contenti delle posizioni di partenza, ma un po’ non sapevamo cosa aspettarci alla prima qualifica della stagione, un po’ il distacco dimostra che c'è ancora parecchio lavoro da fare per migliorare, è stata una sessione difficile, abbiamo fatto un buon lavoro anche se il distacco è grande, ma va considerato che è stata una sessione non lineare visto che il meteo di stamattina che ci ha disturbato. Il mio giro è stato abbastanza buono, ho fatto un errore nel Q2 nel primo tentativo.”

Sebastian Vettel: "Venerdì non ero contento della mia vettura, ma in qualifica le cose sono migliorate e siamo più vicini. Nell’ultimo giro ho avuto qualche difficoltà alla curva 13 dove ho cercato di frenare in ritardo, ma non è andata bene. Nel complesso siamo migliorati, ma il divario con Hamilton è ampio: se oggi hanno acceso il motore, speriamo che domani lo spengano."

Lewis Hamilton: “Non è stata una sessione semplice, forse dall’esterno si può pensare che possa essere normale fare la pole, ma non lo è stato per nulla. Ho dovuto dare tutto e sono davvero entusiasta del giro che ho realizzato. Mi sono immerso in modalità qualifica ed è stato stupendo anche se in qualche punto la vettura non era semplice: il mio giro è stato in assoluto il migliore del weekend. Sono rimasto sorpreso dalla velocità della Ferrari, soprattutto in rettilineo e questo dimostra un grande progresso da parte loro in potenza, visto che in curva erano già molto rapidi. Non sarà semplice in gara trovarsele dietro oppure finire in mezzo a loro dopo il via, ma noi abbiamo lavorato in modo splendido, mi sento in forma e a mano a mano che la pista si gommava i miglioramenti erano evidenti. Sono contento di questo e fiducioso per la gara”.

 

LA GRIGLIA DI PARTENZA

1.Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'21"164 - Q3
2.Kimi Raikkonen (Ferrari) - 1'21"828 - Q3
3.Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'21"838 - Q3
4.Max Verstappen (Red Bull-Renault) - 1'21"879 - Q3
5.Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'23"187 - Q3
6.Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 1'23"339 - Q3
7.Nico Hulkenberg (Renault) - 1'23"532 - Q3
8.Daniel Ricciardo (Red Bull-Renault) - 1'22"152 - Q3 ***
9.Carlos Sainz (Renault) - 1'23"577 - Q3
10.Valtteri Bottas (Mercedes) - no time - Q3
11.Fernando Alonso (McLaren-Renault) - 1'23"692 - Q3
12.Stoffel Vandoorne (McLaren-Renault) - 1'23"853 - Q3
13.Sergio Perez (Force India-Mercedes) - 1'24"005 - Q2
14.Lance Stroll (Williams-Mercedes) - 1'24"230 - Q2
15.Esteban Ocon (Force India-Mercedes) - 1'24"786 - Q2
16.Brendon Hartley (Toro Rosso-Honda) - 1'24"532 - Q1
17.Marcus Ericsson (Sauber-Ferrari) - 1'24"556 - Q1
18.Charles Leclerc (Sauber-Ferrari) - 1'24"636 - Q1
19.Sergey Sirotkin (Williams-Mercedes) - 1'24"922 - Q1
20.Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) - 1'25"295 - Q1

*** Penalizzato di tre posizioni