26/05/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
 

IL DTM TORNA IN ITALIA: A MISANO A FINE AGOSTO

Hockenheim. Il circuito Marco Simoncelli e Misano Adriatico si sono presentati al pubblico della prima gara DTM della stagione con un proprio stand molto visitato dagli spettatori, complice la giornata “estiva” con temperature “da mare”.

Il Sindaco della città romagnola , seguito dai responsabili del circuito, ha illustrato l’originale svolgimento del settimo round della serie tedesca che sbarcherà per la prima volta sull’Adriatico dal 24 al 26 agosto 2018.

Come sempre in Romagna c’è grande attenzione fin nei dettagli dell’accoglienza, in particolare alle famiglie (tante quelle tedesche) che troveranno interessanti formule “Hotel + Circuito” a partire da 155.00 Euro al giorno. Sole, spiaggia e mare durante il giorno e le due gare DTM alla sera: la formula, già attrattiva da sola sarà arricchita dal concerto che si terrà sabato 25 agosto prima di Gara 1.

E non sarà una cosa banale perché ad attirare e trattenere il folto pubblico sul palco appositamente allestito nell’enorme paddock (oltre 10’000 MQ) sarà una cantante rock italiana che piace tanto ai tedeschi e che ha avuto la massima notorietà durante la permanenza dell’Alfa Romeo nel DTM.

Facile indovinare il nome ma mancano ancora i dettagli contrattuali per poterlo ufficializzare.... Il bello è che si potrà accedere al concerto con lo stesso biglietto della gara.

Gli organizzatori promettono che tutto sarà all’altezza della tradizione locale, dal cibo alle attività ludiche per genitori e figli, fino alle escursioni, inclusa la vicina Repubblica di San Marino, col Monte Titano che domina la pianura.

L’avvenimento segna il “come back” del DTM in Italia dopo le gare sui circuiti del Mugello e di Adria. Peccato che manchi un altro “come back” ben più importante, quello del costruttore italiano. Questo però rimane un sogno….nel cassetto.

Hanno detto:

"Il DTM – ha detto Gerhard Berger, Presidente ITR, responsabile del Campionato DTM ed ex pilota della Ferrari - si sta evolvendo sempre più verso una caratura internazionale. Abbiamo un calendario con il 50% di gare in Germania e il resto in altri Paesi europei. Per le nostre aziende l’Italia è un mercato molto importante, quindi noi era fondamentale andare in Italia. C’erano diverse opportunità. Misano è un circuito affascinante e il vantaggio è che lì possiamo correre una gara in notturna è stato fattore fondamentale per la nostra decisione. Misano è l’unica pista che ci può offrire questa opportunità e garantirà uno spettacolo unico.

Inoltre volevamo correre in estate. In questa prospettiva Misano è la migliore offerta perché un numero considerevole di turisti tedeschi potranno trascorrere qui anche le loro vacanze e si aggiungeranno ai tanti turisti italiani. Io ho corso a Misano nel campionato turismo e ho svolto i test di F1 con la Ferrari. Ho inoltre partecipato alla sessione di test della MotoGP".

“Il DTM di nuovo in Italia è per noi motivo di orgoglio – ha spiegato Andrea Albani, Managing Director di Misano World Circuit. Abbiamo lavorato a lungo ad un progetto che coniuga uno dei grandi eventi automobilistici internazionali con l’accoglienza tradizionale del nostro territorio, nel periodo migliore per una vacanza balneare. MWC è pronto per questa nuova sfida organizzativa, che s’innesta in un calendario 2018 già ricchissimo di eventi internazionali di grande appeal per gli appassionati europei del motorsport. Siamo reduci da forti investimenti ed altri sono in programma, per consolidare il posizionamento dell’impianto nell’elite mondiale”.

“Il DTM e la MotoGP in quindici giorni faranno di Misano la capitale della Motor Valley – ha commentato Stefano Giannini, Sindaco di Misano Adriatico – Una formidabile calamita per i turisti che vivranno giornate eccezionali.  Per il DTM proporremo un pacchetto turistico comprendente le gare in pista, la nostra spiaggia e il concerto live di rilievo internazionale. Grazie allo staff di MWC, a Gerard Berger e tutta ITR che hanno creduto in questa sfida. Faremo il massimo per garantire un’esperienza unica a tutti i tedeschi che ritorneranno nella loro casa: la Riviera Adriatica”.(Guido M. Pedone)