18/01/2018
Direttore: Franco Liistro

Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati

Euautopezzi
 

EKSTRÖM GUIDA L'AUDI SHOW AL RED BULL RING ED IPOTECA IL TITOLO DTM

 

 

Spielberg. Mattias Ekström ha conquistato sui 4'326 metri del circuito sui saliscendi della Stiria il suo primo successo della stagione nella terzultima gara del Campionato. Lo svedese dell'Audi, scattato dalla terza posizione, si è subito portato al secondo posto che ha occupato stabilmente fino a 5 giri dal termine quando al leader e Poleman Jamie Green è giunto l'ordine perentorio di lasciare passare Eki: l'inglese ha ubbidito e, forse, ha definitivamente rinunciato a lottare per il titolo. Dopo le incertezze del 2016 gli uomini di Dieter Gass hanno preferito andare sul sicuro, sacrificando Green, per riconquistare un titolo che manca dal 2013 nella loro bacheca.

La prima corsa che si è disputata senza la controversa e cervellotica norma del BOP (congelato a 1'115 Kg) ha visto, come prevedibile, il dominio totale ed assoluto del trio di Ingolstadt composto da Ekström, Green e Nico Müller, acuì si sarebbe potuto aggiungere Renè Rast se non fosse rimasto coinvolto in una "toccata" con il rude canadese Robert Wickens, quarto ad oltre 21 secondi e primo dei "non Audi".

Il canadese della Mercedes, scattato dalla sesta piazzola, ha preceduto un "treno" di ben undici vetture racchiuse in circa sei secondi: dietro di lui troviamo il "meister" 2016 Marco Wittmann, il belga Maxime Martin (che salvano l'onore di BMW), poi un combattivo Mike Rockenfeller, settimo.

Giornata no per il beniamino locale Lucas Auer soltanto ottavo (e adesso con 31 punti di distacco da Ekström), "graziato" da un Edoardo Mortara che, partito ultimo perché ha stallato, è risalito sotto traccia ritardando il Pit stop ed uscendo davanti al suo "capo squadra", prontamente lasciato passare.

L'ex driver di Formula 1 Timo Glock chiude la Top 10 di una corsa poco movimentata nella quale all'inizio è corso un brivido quando il brasiliano della BMW Augusto Farfus in cima al rettilineo ha perso la down force con DRS inserito a causa del repentino spostamento di Auer: molto spavento e spettacolo da Rallycross ma nessun danno.

Gara 2 dovrà chiarire i veri valori in campo, che molti addetti ai lavori giudicavano equilibrati dopo la qualifica di Gara 1 con 18 macchine in 7 decimi, mentre il sabato pomeriggio, come abbiamo detto sopra, è stato proiettato un altro film: per le 15.00 di domenica è attesa la pioggia e i valori si potranno rimescolare.

A margine di tutto tiene banco la questione "Regolamenti 2019" e ITR vuole prima redigere il nuovo Règlement per poi sottoporlo ai nuovi costruttori "prospect": a noi sembra che si debbano prima individuare i "new comers" e poi stabilire le nuove regole, altrimenti si rischia di ottenere tanti cortesi rifiuti come nel recente passato (dal 2006 al 2011) quando nessuno ha accettato di entrare nella tana "dei tedeschi" per fare il valletto. Intanto è saltato il membro del Board di ITR e responsabile del marketing Florian  Zitzelsberger, stretto collaboratore di Gerhard Berger, è stato sostituito da Achim Kostrom: le grandi manovre sono cominciate. (Guido M. Pedone)

Ordine di arrivo - Gara 1

1 - Mattias Ekström (Audi RS5) - Abt - 40 giri in 57'00"812, media 181.767 km/h

2 - Jamie Green (Audi RS5) - Rosberg - 0"398

3 - Nico Müller (Audi RS5) - Abt - 0"602

4 - Robert Wickens (Mercedes C63) - HWA - 21"625

5 - Marco Wittmann (BMW M4) - RMG - 22"118

6 - Maxime Martin (BMW M4) - RBM - 22"748

7 - Mike Rockenfeller (Audi RS5) - Phoenix - 23"067

8 - Lucas Auer (Mercedes C63) - HWA - 23"452

9 - Edoardo Mortara (Mercedes C63) - HWA - 23"761

10 - Timo Glock (BMW M4) - RMR - 25"559

11 - Paul Di Resta (Mercedes C63) - HWA - 25"938

12 - Bruno Spengler (BMW M4) - RBM - 26"447

13 - René Rast (Audi RS5) - Rosberg - 26"788

14 - Loic Duval (Audi RS5) - Phoenix - 27"096

15 - Maro Engel (Mercedes C63) - HWA - 27"514

16 - Tom Blomqvist (BMW M4) - RMR - 32"951

17 - Gary Paffett (Mercedes C63) - HWA - 45"721


Il campionato dopo 15 di 18 gare

1.Ekström 162 punti; 2.Green 134; 3.Auer 131; 4.Wittmann 125; 5.Rast 124; 6.Rockenfeller 116; 7.Wickens 112; 8.Martin 110; 9.Glock 109; 10.Di Resta 97.