16/08/2018
Direttore: Franco Liistro
Qui troverete ottimi autoricambi Opel a prezzi stracciati
euautopezzi.it
Qui troverete autoricambi di qualità a prezzi economici
autopezzistore.it
 

IN 500 ALLA 2^ EDIZIONE DI AUTOPROMOTEC CONFERENCE-STATI GENERALI 2018

Casalecchio di Reno. Oltre 500 le persone iscritte alla prima giornata di lavori di Autopromotec Conference Stati Generali 2018. Una partecipazione significativa di autorevoli esperti di caratura internazionale e addetti ai lavori di un settore strategico per l’economia emiliana ed italiana: l’aftermarket automobilistico.

Quattro i macro argomenti dibattuti nelle tavole rotonde che si sono succedute: dalla digitalizzazione e connettività alla elettrificazione, dalla guida autonoma alla shared mobility, nell’ottica dei repentini cambiamenti a cui è e sarà soggetto nei prossimi anni il settore della mobilità.

Al centro della seconda edizione di Autopromotec Conference, dopo l’edizione del 2016, l’Area Innovazione con la presenza di venti realtà tra laboratori di ricerca, spin off universitari e start up, selezionati in collaborazione con Aster, società per l’innovazione e il trasferimento tecnologico della Regione Emilia Romagna.

Tra esse il progetto bolognese Time – Tecnologia Integrata per la Mobilità Elettrica –soluzione ‘retrofit’ per la trasformazione di automobili termiche usate in veicoli elettrici completamente rinnovati. L’iniziativa, co-finanziata dal Fondo europeo di sviluppo regionale Por-Fesr 2014-2020 della Regione Emilia Romagna, alimenta l’industria del territorio del comparto componentistica per veicoli elettrici con contenuti innovativi e fortemente integrati, aumentandone la competitività attraverso la fornitura di sistemi di trazione avanzati e completi, al posto di singoli componenti fornibili attualmente. Time getta così le basi per realizzare la prima filiera della rigenerazione di autoveicoli con motore a combustione.

Ad Autopromotec Conference gli attori in campo non esprimono soltanto un nuovo concetto di mobilità strettamente legato all’automotive ma anche alla più ampia gamma di strumenti e servizi in sinergia tra loro. È il caso del rivoluzionario servizio di bike sarin della parmense Shike, che consente alla municipalità di ottenere la massima efficacia ed efficienza dei trasporti cittadini, nel pieno rispetto del decoro urbano e in modo economicamente sostenibile attraverso tecnologie digitali integrate per Smart Cities e aziende 4.0.

C’è anche la bolognese AlmaAutomotive che ha lanciato OBI-M2, il sistema di analisi della combustione estremamente compatto e completo, utilizzabile sia sui banchi prova motore che direttamente su veicolo.

La torinese Drivesec è invece una startup innovativa, che ha l’obiettivo di aumentare la sicurezza dei sistemi connessi con particolare attenzione al mondo automotive e della Smart Mobility, una risposta concreta per fornire soluzioni di sicurezza digitale chiavi in mano.

 Giovedì, dalle ore 9.30, le tavole rotonde, utili a raccogliere spunti e informazioni in un ambiente di confronto e networking, saranno incentrate sull’industria 4.0 e il marketing del futuro.

Autopromotec Conference, torna nel 2018 dal 13 al 14 giugno all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno con la seconda edizione degli Stati Generali, un ciclo diconvegni di altissimo profilo che risponde alle esigenze di aggiornamento continuo del settore.

Una “finestra” sul futuro del mondo delle riparazioni e dei ricambi, una due giorni per dare continuità al confronto tra le aziende protagoniste del settore, il territorio e le istituzioni. Autopromotec desidera accendere l’attenzione sui trend del futuro della mobilità, sostenendo il continuo sviluppo della filiera all’insegna dell’innovazione.

L’edizione 2018 di “Autopromotec Conference Stati Generali” è intitolata “OFFICINA 4.0: Digitalizzazione e nuovi trend della mobilità, il futuro dell’autoriparatore.”

La scelta di questo tema, di grande attualità e in continuità con l‘edizione precedente, nasce dalla repentina evoluzione e velocissima affermazione nel settore automobilistico, e dei trasporti più in generale, di nuovi trend.

In primo luogo la digitalizzazione, che ha comportato e porterà nel business trasformazioni significative, sia per quel che riguarda i processi sia per quel che riguarda le figure professionali coinvolte, sempre più specializzate, connesse e supportate da nuove tecnologie “intelligenti”.

Ulteriore spunto di riflessione è dato dalla spinta sostanziale che i costruttori e le istituzioni alimentano nei confronti della mobilità elettrica da un lato, e quella autonoma dall’altro; la rivoluzione che ne deriva comporta grandi innovazioni tecniche legate ai materiali, ai pesi, e si ripercuote inevitabilmente nel mondo dell’aftermarket e sui servizi di assistenza che si troveranno a fare i conti con nuovi sistemi e nuovi paradigmi.

Ad indicare i nuovi trend saranno massimi esperti del settore, individuati tra i rappresentanti dell’industria automobilistica, car maker, componentisti e sistemisti, le maggiori società internazionali di consulenza, gli istituti di ricerca e le università, i rappresentanti delle istituzioni europee, le associazioni di categoria.(Pier.Can.)